Ferragamo: indicazioni positive dai numeri del Q3. A Piazza Affari titolo avanza

Acquisti su Ferragamo all’indomani dei numeri trimestrali. Le misure di razionalizzazione iniziano a produrre effetti.

Ferragamo: indicazioni positive dai numeri del Q3. A Piazza Affari titolo avanza

Segno più sul listino milanese per il titolo Ferragamo all’indomani della presentazione dei numeri trimestrali. Il titolo, salito in avvio fino a 21,38 euro, ha parzialmente ritracciato i guadagni e al momento passa di mano a 20,61 euro, +0,88% sul dato precedente.

Nonostante sui nove mesi il fatturato e l’Ebitda si confermino in rosso, le indicazioni arrivate dal Q3, e in particolare dalle vendite del canale wholesale, fanno ben sperare gli operatori.

Ricavi trimestrali in aumento, ma il dato 2018 è ancora negativo

Ieri la maison italiana ha annunciato di aver chiuso i nove mesi dell’esercizio 2018 con ricavi trimestrali in aumento del 3,9% a 298 milioni di euro che hanno portato il dato da inizio anno a 972 milioni di euro, -3,3% nel confronto annuo.

A livello geografico, l’area Asia Pacifico si riconferma il primo mercato in termini di ricavi per il gruppo, nonostante una diminuzione dell’1,9% (stabile a tassi di cambio costanti) rispetto ai nove mesi dell’esercizio 2017. L’area Europa ha registrato, sempre al 30 settembre, una riduzione dei ricavi del 5,5% (-5,2% a tassi di cambio costanti) mentre il Nord America segna un -4% (-1,2%).

Balzo per il wholesale del terzo trimestre

Prendendo invece a riferimento il canale distributivo, il retail ha segnato un -3,2% e il wholesale un -3,1%. Ma, in quest’ultimo caso, il Q3 ha forse rappresentato un punto di svolta dopo le misure di razionalizzazione: anche beneficiando delle spedizioni ritardate del trimestre precedente, il canale ha messo a segno vendite in aumento del 10,8% a tassi di cambio correnti (+9,1% costante).

L’andamento dell’Ebitda amplifica quello del fatturato: in rosso del 7,9% sui nove mesi, nel terzo trimestre è salito del 27,4% a 32 milioni di euro, con un’incidenza sul fatturato del 10,9%, in aumento di 200 punti base rispetto allo stesso periodo del 2017. L’utile netto del periodo, inclusivo del risultato di terzi, ammonta, per i nove mesi, a 65 milioni, -17,5% a/a, mentre il dato di pertinenza del gruppo è pari a 64 milioni, -22,1%.

Le Divelec Lemmi: il nostro è un programma di lungo periodo

“Le dinamiche attese, per il Gruppo Salvatore Ferragamo, relativamente alle vendite, ai margini e ai risultati dell’esercizio 2018, permangono improntate a cautela”, riporta la nota del gruppo.

Nel corso della conference call di presentazione dei conti, l’Ad della maison, Micaela Le Divelec Lemmi, ha spiegato che, nonostante i segnali positivi, il Q3 rappresenta ancora un periodo di transizione. “Stiamo portando avanti una strategia, che è come un processo in divenire, da implementare o adattare in base alle risposte del mercato”. “Puntiamo a un programma di lungo periodo per una crescita sostenibile”.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Borsa Italiana

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.