Le richieste di Schäuble per l’Italia. Il salvataggio di Mps non piace alla Germania

Schäuble ha espresso le sue perplessità sul piano di salvataggio ideato dal Governo per Mps. Da più parti in Germania si polemizza sulle decisioni italiane e si chiedono nuove modalità di operazione.

Il salvataggio di Mps da parte del Governo non è piaciuto a Schäuble, che non atteso per fare sentire la sua voce. Una delle principali banche italiane verrà infatti salvata mediante soldi pubblici, creando così un aumento del buco di bilancio.
Ma non solo Schäuble alza la voce e mostra al mondo le sue preoccupazioni per la situazione del nostro Paese.

Tutto inizia con Tobias Piller, corrispondente di Frankfurter Allgemeine per la sezione economia di Grecia e Italia, che sferra un pesante colpo alla situazione italiana. In un articolo scritto il 27 dicembre Tobias mostra delle perplessità sulla decisione italiana: con il salvataggio gli altri istituti potrebbero sentirsi protetti.

L’argomento principe del suo articolo è la possibilità che la crisi di Mps e il suo conseguente salvataggio portino anche altre banche a investire in modo poco consono, sapendo che si può ricorrere all’aiuto dello Stato.
Un modus operandi che, secondo Piller, potrebbe essere un rischio enorme per l’Europa, dal momento che lo Stato sarà sempre pronto a pagare e quindi ad aumentare il suo debito pubblico.

L’articolo sembra esprimere perplessità che sono condivise da molti e soprattutto da Schäuble, che non attende a far sentire la sua voce e a mettere in riga l’Italia. La Troika infatti sembra essere sempre più vicina per il nostro paese.
Ecco cosa ha detto Schäuble sulla questione Mps dopo l’approvazione del salvataggio di Mps.

Schäuble su Mps: le dichiarazioni del ministro delle Finanze tedesco

Si deve vigilare e assicurarsi che l’Italia e Roma rispettino gli accordi che hanno preso con l’Europa, questo il sunto delle dichiarazioni di Schäuble, che non sembra contento della situazione Monte dei Paschi.
Il salvataggio pubblico aumenta infatti il debito pubblico italiano e porta con sé una serie di conseguenze.

Il problema che il ministro e il corrispondente del Frankfurter Allgemeine mettono in luce è la sicurezza con cui potrebbero operare le banche del paese. Difatti sapendo di avere alle spalle il salvataggio pubblico dei conti i direttori potrebbero continuare a fare come vogliono, senza preoccuparsi delle conseguenze.

Lo Stato italiano anche non si fa problemi, a detta dei tedeschi, dal momento che dietro c’è il Fondo salva stati e l’acquisto di titoli che viene effettuato dall’Europa. Un garanzia quindi di poter aumentare la mole del debito pubblico, senza però dover sentire le ripercussioni sui mercati.
L’idea di Schäuble e del resto dell’Europa era invece un’altra: applicare il bail-in.

Un piano mediante il quale azionisti, obbligazionisti e correntisti della banca stessa devono provvedere, con i propri soldi, a risanare le finanze dell’istituto. Un piano che quindi colpisce duramente i risparmiatori, che non hanno invece colpe nella cattiva gestione della banca e delle sue finanze.

Cosa propone Schäuble per l’Italia?

Quelli del ministro delle Finanze tedesco rimangono però solo moniti, ma che non approdano a nessun tipo di soluzione alternativa. Non sono state infatti proposte dal ministro delle possibilità differenti, ma solo criticate le scelte del governo italiano.

Una pratica ben nota a Schäuble, del quale abbiamo spesso sentito parole dure e di rimprovero per l’Italia e i suoi governi. L’unico modo per il ministro tedesco sembra quindi vigilare sull’Italia e sul suo operato, fare in modo che quello che è stato stabilito venga rispettato.
A questo punto c’è da chiedersi: in che modo?

La Troika potrebbe essere una risposta alla domanda e da tempo sembra esser stato ideato anche un piano per portarla in Italia e mettere in riga il paese.
Forse era proprio questa la soluzione che voleva lasciar intendere il ministro tedesco, sperando di fare paura al governo e ai cittadini.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.