Quarantena per gli over 45: la proposta degli scienziati per evitare un nuovo lockdown

Una quarantena mirata per gli over 45, per scongiurare una nuova ondata di casi e un altro lockdown. La proposta dei maggiori esperti e consulenti scientifici del governo inglese torna a far discutere.

Quarantena per gli over 45: la proposta degli scienziati per evitare un nuovo lockdown

Nuove restrizioni anti-coronavirus potrebbero essere messe in campo per bloccare tutte le persone di età superiore ai 45 anni nel tentativo di frenare una seconda ondata di infezioni.

Secondo la proposta presentata dagli scienziati del SAGE, gruppo di consulenti scientifici per le emergenze del governo britannico, gli over 45 dovrebbero essere costretti a restare a casa ed evitare contatti non necessari, così da scongiurare un nuovo lockdown in piena regola.

Nelle ultime due settimane il Regno Unito ha registrato 99,7 nuovi casi su 100.000 abitanti, risultando uno dei Paesi con il più alto picco di contagi in Europa. Oltre alla regola del sei e al coprifuoco alle 22.00 per pub, locali e ristoranti, nel Regno Unito sono scattate nuove misure più severe, dall’obbligo di mascherina per i negozianti, a un massimo consentito di 15 persone ai matrimoni e di 30 ai funerali. Le aziende che non rispettano le linee guida sul distanziamento sociale e gli assembramenti rischiano multe fino a 10.000 sterline.

Covid-19: isolamento degli over 45 per evitare secondo lockdown

Gli esperti hanno proposto un’età scudo sopra la quale le persone devono isolarsi dal resto della popolazione ed evitare i contatti non necessari così da tenere sotto controllo l’epidemia.

Secondo gli esperti, le restrizioni basate sull’età poggerebbero le radici nel fatto che “le persone giovani sono meno a rischio di morte o complicazioni gravi a causa del coronavirus”.

Il piano del SAGE, già presentato a luglio, era stato messo nel cassetto a causa dell’entità del blocco: circa due terzi delle persone nel Regno Unito vivono in una famiglia che include uno o più individui di età pari o superiore a 45 anni.

È molto improbabile che una proposta del genere possa trovare l’applicazione e avere successo, ma se così fosse un’enorme fetta di popolazione in UK potrebbe essere costretta ad affrontare un nuovo lungo periodo a casa.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories