Playboy si quota in Borsa

Playboy Enterprises, colosso dietro alla storica rivista erotica, dovrebbe tornare a Wall Street già da inizio 2021

Playboy si quota in Borsa

Playboy si quota in Borsa. O meglio, fa il suo ritorno a Wall Street dopo averla abbandonata ormai 10 anni fa, nel lontano 2011.

Playboy Enterprises, colosso dietro alla storica rivista erotica, dovrebbe tornare a Wall Street già da inizio 2021, come annunciato la scorsa settimana dopo un’assenza di quasi 10 anni dal mercato azionario.

Il ritorno va collegato alla recente fusione con Mountain Crest Acquisition, società di acquisizione, in un accordo da 415 milioni di dollari. Secondo quanto finora diffuso, il titolo verrà scambiato sul Nasdaq con il simbolo PLBY.

Playboy torna in Borsa

Playboy si descrive come “uno dei marchi di lifestyle maggiori e più riconoscibili al mondo”, ben noto alle masse soprattutto per la rivista erotica Playboy.

In realtà all’azienda vanno ricollegati una varietà di articoli che spaziano da capi d’abbigliamento, articoli per la casa fino a prodotti per il benessere sessuale.

In più, va ricordato che l’omonima rivista - un tempo una delle più influenti nel panorama editoriale - ha cessato le pubblicazioni lo scorso febbraio dopo 66 anni di notevoli tirature e diffusione praticamente mondiale.

“Playboy è oggi un’attività commerciale altamente redditizia, con un mercato complessivamente quantificabile in migliaia di miliardi di dollari”,

ha affermato il CEO Ben Kohn, in una nota a commento dell’imminente quotazione.

Playboy è solo l’ultima delle aziende a far ricorso a un’importante fusione per diventare pubblica. Sempre più realtà private mostrano infatti di preferire un’unione che ne amplifichi il valore piuttosto che passare attraverso il processo, lungo e costoso, della raccolta fondi attraverso la più tradizionale offerta pubblica iniziale.

Aspetto amplificato dalla pandemia di coronavirus, che ha finito per accelerare un simile metodo e favorire una conclusione più celere di operazioni di acquisizione anche imponenti.

Secondo il Wall Street Journal, l’operazione dietro al rientro in Borsa di Payboy è quantificabile in almeno 415 milioni di dollari. Mountain Crest verserà circa 60 milioni di dollari nelle casse di Playboy Enterprises, con i vertici attuali che manterranno il 66% della società.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories