Modello 730/2020, i «trucchi» per pagare meno tasse sui redditi

Modello 730/2020, quali sono i «trucchi» per pagare meno tasse sui redditi? Bisogna fare attenzione alle detrazioni e alle deduzioni fiscali, e tenere d’occhio le novità relative alla dichiarazione dei redditi.

Modello 730/2020, i «trucchi» per pagare meno tasse sui redditi

Modello 730/2020, come pagare meno tasse tasse sui redditi? Ci sono dei “trucchi” per risparmiare sull’Irpef: parliamo, ovviamente, di modi leciti.

Per riuscire a pagare meno imposte sui redditi c’è solo un metodo: compilare la dichiarazione dei redditi in modo corretto, facendo attenzione alle spese detraibili e alle deduzioni.

Da quest’anno poi ci sono novità importanti, come il nuovo limite di reddito per i figli a carico.

Infine, vediamo come utilizzare il metodo previsionale per calcolare l’acconto Irpef, invece di quello storico usato dall’Agenzia delle Entrate per la dichiarazione precompilata.

Modello 730/2020, i «trucchi» per pagare meno tasse sui redditi: detrazioni e deduzioni

La stagione della dichiarazione dei redditi 2020 è già iniziata: dal 14 maggio è possibile modificare, integrare e inviare il modello 730 precompilato, reso disponibile online per l’accesso dal 5 maggio.

La scadenza per l’invio è fissata al 30 settembre, ma si può procedere senza aspettare l’ultimo giorno, anche perché i primi a ricevere il rimborso Irpef (a luglio), calcolato in base ad imposta dovuta, detrazioni e deduzioni fiscali, saranno coloro che presenteranno il modello 730 entro il 31 maggio 2020.

Conviene dunque iniziare a controllare le spese effettuate nel 2019, e fare attenzione a quelle detraibili, ad esempio:

È molto importante fare attenzione a ciò che si può portare in detrazione nella dichiarazione dei redditi, così come le novità del 2020, come il nuovo limite di reddito per i figli a carico.

L’importo massimo è differenziato in base all’età ed è pari a 4.000 euro per quelli fino a 24 anni.

Un occhio di riguardo va dato anche alle deduzioni fiscali, che riducono la base imponibile per il calcolo dell’Irpef. Le spese deducibili più importanti nel 2020 sono:

  • contributi previdenziali e assistenziali;
  • assegno periodico corrisposto al coniuge;
  • contributi per gli addetti ai servizi domestici e familiari;
  • contributi ed erogazioni a favore di istituzioni religiose;
  • spese mediche e di assistenza specifica per le persone con disabilità;
  • contributi versati ai fondi integrativi del Servizio sanitario nazionale.

Modello 730/2020, calcolo acconto Irpef con metodo previsionale per pagare meno tasse sui redditi

Un altro modo per risparmiare sulle tasse sui redditi è utilizzare il metodo previsionale per calcolare l’acconto Irpef, da versare il 30 giugno (insieme all’Ires e alla cedolare secca).

L’Agenzia delle Entrate utilizza il metodo storico per calcolare l’acconto Irpef nella precompilata, ovvero calcola le somme dovute in base al saldo versato il precedente anno. Chi invece fa da sé può utilizzare il metodo previsionale, che si basa invece su quanto si presume di incassare.

Vista però la situazione emergenziale di quest’anno, che ha portato alla chiusura di moltissime attività o comunque a una riduzione degli incassi, il decreto Liquidità ha dato l’opportunità ai contribuenti di utilizzare il metodo previsionale senza sanzioni in caso di errori.

La condizione è che l’acconto versato sia l’80% di quello effettivamente dovuto al saldo, sommando entrambe le rate.

Iscriviti alla newsletter Fisco e Tasse per ricevere le news su IRPEF

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories