Dichiarazione dei redditi

La dichiarazione dei redditi è il documento fiscale e contabile attraverso il quale il contribuente italiano ha la possibilità di dichiarare i propri redditi al Fisco.
Il sistema tributario italiano è impostato sulla base del principio dell’autodeterminazione: per i soggetti diversi dai lavoratori dipendenti e dai pensionati il reddito viene dichiarato al Fisco sulla base delle proprie risultanze contabili.

Quando si parla di dichiarazione dei redditi occorre fare una distinzione a seconda del tipo di contribuente che deve denunciare al Fisco i propri guadagni:

  • per le persone fisiche titolari esclusivamente di redditi di lavoro dipendente e assimilati (ad esempio le pensioni) e redditi agrari, la dichiarazione dei redditi prende il nome di modello 730;
  • per le persone fisiche titolari di redditi di capitale, redditi d’impresa, redditi diversi e redditi da lavoro autonomo, la dichiarazione dei redditi prende il nome di UNICO PF, nella duplice versione di modello UNICO PF e modello UNICO PF MINI;
  • per le società di persone la dichiarazione dei redditi prende il nome di modello UNICO SP;
  • per le società di capitali, la dichiarazione dei redditi prende il nome di modello UNICO SC;
  • per le società e gli enti, la dichiarazione dei redditi prende il nome di modello UNICO ENC.

Ricapitoliamo: cos’è la dichiarazione dei redditi?
La dichiarazione dei redditi rappresenta una dichiarazione di scienza con la quale il contribuente dichiara i propri redditi e le imposte che saranno pagate (in realtà il sistema degli acconti e dei saldi fa si che il contribuente paghi prima della trasmissione effettiva della dichiarazione dei redditi).

La dichiarazione dei redditi trova il suo riferimento normativo fondamentale nel d.p.r. numero 600/1973.
Tuttavia, l’ampiezza della normativa tributaria italiana fa si che per compilare correttamente la dichiarazione dei redditi le fonti normative sono davvero infinite: TUIR, decreto IVA, modifiche varie di volta in volta introdotte dalle Leggi di Bilancio, ecc.

Dichiarazione dei redditi, ultimi articoli su Money.it

Proroga imposte 2020, ultime novità: partite IVA e commercialisti chiedono rinvio a settembre

Pubblicato il 13 luglio 2020 alle 17:11

Proroga imposte al 30 settembre 2020, tutto tace. Partite IVA e commercialisti attendono novità ma intanto studiano le contromosse per ovviare al problema di liquidità che rende complessi i pagamenti al 20 luglio. Due le soluzioni: versamento ad agosto con maggiorazione o rinvio fai da te a settembre, con ravvedimento breve sulle sanzioni.

Proroga imposte al 30 settembre 2020, dalla Camera un primo sì. Le novità

Pubblicato il 10 luglio 2020 alle 15:42

Proroga imposte sui redditi al 30 settembre 2020, la Camera ha approvato l’ordine del giorno presentato dall’On. Alberto Gusmeroli per il rinvio. La scadenza è attualmente fissata al 20 luglio, ma per commercialisti ed imprese si tratta di un termine quasi impossibile da rispettare.

Bonus vacanze per genitori separati: chi ha diritto allo sconto?

Pubblicato il 7 luglio 2020 alle 16:07

Bonus vacanze anche per i genitori separati, ma chi ha diritto allo sconto? Dipende a quale nucleo Isee è appartenente il figlio: vediamo i dettagli seguendo le istruzioni della circolare n. 18/E del 3 luglio 2020 dell’Agenzia delle Entrate.

|