Ires Terzo Settore, raddoppio in Legge di Bilancio 2019. Più tasse per gli enti no profit

Raddoppio dell’Ires al 24% per numerosi enti no profit del Terzo Settore. L’abrogazione della riduzione è contenuta nel testo della Legge di Bilancio 2019 in via di approvazione definitiva.

Ires Terzo Settore, raddoppio in Legge di Bilancio 2019. Più tasse per gli enti no profit

Terzo Settore: Ires raddoppiata al 24% per gli enti no profit e le associazioni di volontariato a partire dal 1° gennaio 2019.

La spiacevole novità fiscale è contenuta nel maxi-emendamento alla Legge di Bilancio 2019 e consiste nell’abrogazione della riduzione dell’Ires con aliquota al 12% a favore degli enti no profit e per gli istituti autonomi per le case popolari.

Dal 2019 anche le associazioni del Terzo Settore saranno soggette all’aliquota ordinaria del 24% contando in tal modo un vero e proprio raddoppio dell’Ires che sarà applicato già sui redditi relativi al 2018.

Il raddoppio dell’Ires è contenuto in una delle ultime modifiche al testo della Manovra 2019 apportate dal Senato in data 23 dicembre 2018. L’ok definitivo della Camera al documento di bilancio dovrebbe arrivare entro sabato 29 dicembre.

Terzo Settore: Ires raddoppiata in Legge di Bilancio 2019, più tasse per gli enti no profit

Cattive notizie per gli enti del Terzo Settore che dal 2019 vedranno un aumento dell’Ires al 24% rispetto all’attuale aliquota agevolata al 12%.

La novità è contenuta in una delle ultime modifiche apportate dal Senato alla Legge di Bilancio 2019 in data 23 dicembre 2018.

Se si considera che il tempo rimasto per l’approvazione del testo della Legge di Bilancio 2019 sta per terminare, le novità fiscali ad oggi approvate dal Senato, tra cui il raddoppiamento dell’Ires per gli enti del Terzo Settore, dovrebbero ormai essere quelle definitive.

Con il raddoppiamento dell’imposta sui redditi delle società tali enti no profit saranno soggetti alla tassazione ordinariamente prevista per le società che non hanno fini di volontariato.

Terzo Settore, raddoppio Ires: ecco per quali enti

Il raddoppio dell’Ires al 24% per gli enti del Terzo Settore è previsto dall’art. 1, commi 29-octiesdecies-noviesdecies, della Legge di Bilancio 2019.

Tali modifiche per l’abrogazione della riduzione dell’Ires per gli enti del Terzo Settore sono state inserite nel testo della Manovra 2019, dove si legge che sono rivolti ad:

“alcuni enti che svolgono attività sociali, culturali e attività con fini solidaristici, nonché nei confronti degli istituti autonomi per le case popolari.”

Ecco quali associazioni del Terzo Settore vedranno il raddoppio dell’Ires al 24%:

  • enti e istituti di assistenza sociale, società di mutuo soccorso, enti ospedalieri, enti di assistenza e beneficenza;
  • istituti di istruzione e istituti di studio e sperimentazione di interesse generale che non hanno fine di lucro, corpi scientifici, accademie, fondazioni e associazioni storiche, letterarie, scientifiche, di esperienze e ricerche aventi scopi esclusivamente culturali;
  • enti il cui fine è equiparato per legge ai fini di beneficenza o di istruzione;
  • istituti autonomi per le case popolari (Iacp), comunque denominati, e loro consorzi nonché enti aventi le stesse finalità sociali dei predetti Istituti, istituiti nella forma di società che rispondono ai requisiti della legislazione dell’Unione europea in materia di in “house providing” e che siano costituiti e operanti alla data del 31 dicembre 2013.

Quanto appena riportato è ciò che si legge nella misura contenuta nella Legge di Bilancio 2019 in cui sono presenti ulteriori precisazioni:

  • la riduzione compete a condizione che i predetti soggetti abbiano personalità giuridica e non si applica agli enti iscritti nel Registro Unico nazionale del terzo settore (di cui al Dlgs. n. 117/2017);
  • il raddoppiamento dell’Ires non si applica neanche agli enti religiosi iscritti nel citato Registro;
  • la riduzione si applica limitatamente alle attività diverse da quelle di interesse generale (elencate all’art. 5 del citato Dlgs. n. 117/2017).

Terzo Settore, Ires al 24%, tassazione ordinaria anche per gli enti no profit

Gli enti del Terzo Settore saranno tassati come qualsiasi altra società a scopo di lucro, a causa del raddoppiamento dell’Ires al 24%. Tale aliquota sarà applicata dal 2019 e quindi già sui redditi del 2018.

Gli enti e gli istituti colpiti dal raddoppiamento dell’Ires sono ben più che “alcuni” come si legge nel testo della Legge di Bilancio 2019 e contano la maggior parte delle associazioni non a scopo di lucro.

Si tratta infatti degli enti no profit che si rivolgono a specifici servizi di volontariato, e quindi quelle che necessiterebbero di più incentivi fiscali per non sopperire al Fisco.

Una misura definita a dir poco scandalosa da parte di un Governo che non sa più dove mettere le mani per “racimolare” risorse finanziarie per il bilancio dello Stato per il prossimo triennio.

È infatti questa forse l’unica motivazione della novità a discapito dei citati enti del Terzo Settore. Con l’abrogazione della riduzione dell’Ires le casse dello Stato conteranno maggiori entrate così ripartite:

  • 118 milioni di euro per il 2019;
  • 158 milioni di euro per il 2020.

Non vi è quindi alcuna distinzione da parte dello Stato per i numerosi enti del Terzo Settore presenti nell’elenco di cui sopra e con fini solidaristici e le società a scopo di lucro.

Argomenti:

IRES Legge di Bilancio

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories