Esonero contributi Inps giovani agricoltori 2018: come presentare domanda e scadenza

Esonero contributivo giovani agricoltori 2018: l’Inps ha comunicato che il termine ultimo per presentare la domanda è fissato al 31 marzo 2018. Ecco tutte le novità.

Esonero contributi Inps giovani agricoltori 2018: come presentare domanda e scadenza

Esonero contributivo giovani agricoltori 2018: con il messaggio n. 195 del 17 gennaio 2018 l’Inps ha comunicato che i giovani agricoltori potranno presentare domanda per ottenere lo sgravio contributivo entro il 31 marzo 2018.

La Legge di Bilancio 2017 ha introdotto in favore dei coltivatori diretti (CD) e degli imprenditori agricoli professionali (IAP), con età inferiore a 40 anni, l’esonero, per un periodo massimo di trentasei mesi, dal versamento del 100 per cento dell’accredito contributivo presso l’assicurazione generale obbligatoria per l’invalidità, la vecchiaia ed i superstiti.

Vediamo di seguito nel dettaglio le istruzioni fornite dall’Inps nel messaggio n. 195 del 17 gennaio 2018 e la scadenza per presentare domanda.

Esonero contributi Inps giovani agricoltori 2018: domanda entro il 31 marzo 2018

Con il messaggio n. 195 del 17 gennaio 2018 l’Inps ha comunicato che il termine ultimo per presentare la domanda per l’esonero contributivo previsto dalla Legge di Bilancio 2017 in favore dei coltivatori diretti (CD) e degli imprenditori agricoli professionali (IAP) che hanno iniziato l’attività nel 2017, è fissato per il 31 marzo 2018.

La domanda deve essere inoltrata all’Inps avvalendosi dei moduli disponibili all’interno del “Cassetto Previdenziale per Autonomi Agricoli”, esclusivamente in via telematica.

Entro il giorno successivo all’invio dell’istanza, l’Inps mediante i propri sistemi informativi centrali, effettuerà le verifiche in merito al possesso o meno dei requisiti per l’accesso all’esonero e comunicherà, esclusivamente in modalità telematica nell’apposito campo “esito” del medesimo modulo di istanza, l’avvenuta o meno ammissione al beneficio.

Nella comunicazione di ammissione al beneficio sarà, inoltre, indicato, per ciascun anno, l’importo del beneficio presuntivamente spettante. Nell’ipotesi di mancata ammissione al beneficio nel campo “esito” del modulo sarà comunicato il diniego all’istanza di ammissione con indicazione della motivazione.

Esonero contributivo giovani agricoltori: misura e durata del beneficio

Il beneficio introdotto dalla Legge di Bilancio 2017 è pari all’esonero dal versamento dell’accredito contributivo presso l’assicurazione generale obbligatoria per l’invalidità, la vecchiaia ed i superstiti, secondo la misura di seguito indicata.

  • Esonero del 100% per i primi 36 mesi di attività;
  • Esonero del 66% per gli ulteriori 12 mesi;
  • Esonero del 50% per gli ulteriori 12 mesi.

L’esonero ha ad oggetto la quota per l’invalidità, la vecchiaia ed i superstiti (IVS) e il contributo addizionale di cui al comma 1, art. 17, della legge 3 giugno 1975 n. 160 cui è tenuto lo IAP e il CD per l’intero nucleo.

Sono esclusi pertanto dall’agevolazione:

  • Il contributo di maternità, dovuto, ai sensi dell’articolo 66 del D. Lgs. 26 marzo 2001, n. 151, per ciascuna unità attiva iscritta nella Gestione speciale dei coltivatori diretti e per gli imprenditori agricoli professionali;
  • Il contributo INAIL, dovuto dai soli Coltivatori Diretti.

Si allega di seguito il messaggio dell’Inps n. 195 del 17 gennaio 2018.

Messaggio dell’Inps n. 195 del 17 gennaio 2018
Ecco il messaggio dell’Inps che informa i giovani agricoltori che la scadenza per la domanda per ottenere l’esonero contributivo è fissata al 31 marzo 2018

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Contributi Previdenziali

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.