Coronavirus shock: 25 milioni di contagi in un solo Paese, ecco dove

Il coronavirus potrebbe aver colpito 25 milioni di persone in un solo Paese nel mondo, l’Iran. Una cifra impressionante, che se confermata sarebbe un allarme per tutti.

Coronavirus shock: 25 milioni di contagi in un solo Paese, ecco dove

Coronavirus: l’ultimo annuncio dall’Iran è un vero shock per il bilancio della pandemia nel mondo.

Se, infatti, si contano a livello internazionale almeno 14 milioni di persone contagiate, il bollettino proclamato da Teheran potrebbe aprire scenari incredibili e drammatici.

È possibile che nel solo Paese persiano ci siano 25 milioni di positivi? La stima del presidente iraniano lancia un allarme sul Medio Oriente infiammato dalla guerra e sull’intero mondo, ancora in sfida contro il coronavirus.

Iran: 25 milioni di contagiati. Cosa succede?

Il presidente iraniano, Hassan Rouhani, ha citato uno studio del ministero della salute coon una stima scioccante: il Paese potrebbe avere 25 milioni di casi di infezioni da coronavirus su una popolazione di 80 milioni di abitanti.

Un numero enorme, molto più alto della cifra ufficiale di circa 269.000 positiva e ben al di sopra del totale mondiale di contagiati.

Rouhani ha anche affermato che altri 30-35 milioni di iraniani potrebbero essere infettati nelle settimane e nei mesi a venire e che il tasso di ospedalizzazione potrebbe aumentare.

L’Iran ha istituito dei blocchi parziali dopo che i casi hanno iniziato a crescere a marzo, ma ha poi allentato le misure restrittive già ad aprile, spingendo sulla necessità di rilanciare l’economia.

La Repubblica Islamica è povera e in forte difficoltà, sempre sull’orlo della Terza Guerra Mondiale con il nemico USA e in bilico a causa del crescente malcontento della popolazione frustrata dalla miseria.

Per questo, lo stesso Rouhani appena una settimana fa ha dichiarato che:

“L’approccio più facile (per combattere il virus) sarebbe chiudere le attività economiche, ma il popolo non lo accetterebbe e il giorno dopo protesterebbe per il caos, la fame e le pressioni risultanti da una tale decisione”

Si stima che almeno 2 milioni di iraniani abbiano perso il lavoro a causa della pandemia, delle continue sanzioni statunitensi e delle condizioni economiche sfavorevoli già prima del COVID.

In questa cornice, il quadro di 25 milioni di contagiati è una bomba pronta a esplodere in una nazione così instabile. Stretta tra il Medio Oriente in perenne conflitto e l’Asia meridionale, dove l’allarme epidemia è ai massimi livelli, l’Iran è un altro Stato da monitorare.

L’emergenza sanitaria ed economica del Paese persiano potrebbero diventare una minaccia per l’intero mondo.

Argomenti:

Iran Coronavirus

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories