Contributi colf, badanti, lavoro domestico 2020: calcolo, importi e scadenze

Contributi INPS colf e badanti 2020: importi e regole per il calcolo non subiscono modifiche rilevanti. Tutte le istruzioni sono contenute nella circolare n. 17; non cambiano le scadenze per pagare.

Contributi colf, badanti, lavoro domestico 2020: calcolo, importi e scadenze

Contributi INPS colf e badanti 2020: è stato aggiornato l’importo dovuto dai datori di lavoro domestico.

Si sposta lievemente la somma dovuta dalle famiglie che hanno alle dipendente un collaboratore domestico. La circolare INPS n. 17 del 6 febbraio 2020 fissa un aumento pari allo 0,5%, in base al tasso di inflazione registrato dall’Istat.

Nelle righe che seguono vedremo come fare il calcolo dei contributi di colf e badanti nel 2020, sulla base di aliquote, importi e scadenze comunicati dall’INPS.

Il versamento dei contributi per badanti, colf e lavoratori domestici permette di regolarizzare il rapporto di lavoro e il pagamento dei contributi Inps va a copertura di pensione, congedo di maternità, assicurazione contro gli infortuni e diritto alla disoccupazione.

Il calcolo dei contributi deve essere effettuato a cadenza trimestrale e la prima scadenza per il versamento è fissata al mese di aprile.

Per il rapporto di lavoro a tempo determinato continua ad applicarsi il contributo addizionale, a carico del datore di lavoro, previsto dall’articolo 2, comma 28, della legge 28 giugno 2012, n. 92, pari all’1,40% della retribuzione imponibile ai fini previdenziali (retribuzione convenzionale).

Tale contributo non si applica ai lavoratori assunti a termine in sostituzione di lavoratori assenti.

Ecco di seguito le tabelle Inps sui contributi 2020 per colf e badanti, ovvero importo, calcolo e scadenze per il versamento.

Contributi colf, badanti, lavoro domestico 2020: calcolo, importi e scadenze

I contributi per badanti, colf e lavoratori domestici aumentano dello 0,5% a seguito della variazione Istat dell’indice dei prezzi al consumo per famiglie di operai e di impiegati nel periodo tra gennaio 2018 e dicembre 2019. Lo stesso incremento si registra anche sulle retribuzioni minime degli addetti all’assistenza domestica.

Il calcolo di quanto il datore di lavoro deve versare all’Inps dipende dal tipo di contratto, ovvero se si tratta di lavoro a tempo determinato o indeterminato.

Il calcolo dei contributi per badanti o lavoratori domestici assunti a tempo determinato è infatti maggiorato da un contributo aggiuntivo addizionale dell’1,40% per finanziare la disoccupazione.

Come calcolare i contributi per colf e badanti?

Bisogna avere a disposizione alcuni dati, ovvero lo stipendio concordato con il lavoratore domestico, la quota di 13° mensilità, il totale delle ore effettuate in 13 settimane, ovvero 3 mensilità e la quota prevista per vitto e alloggio.

Il calcolo dei contributi è diverso nel caso in cui la colf o la badante non superi le 24 ore a settimana di lavoro - il contributo orario fa riferimento a tre diverse fasce di retribuzione, e nel caso in cui l’orario di lavoro è di almeno 24 ore a settimana - il contributo è fisso e non dipende dalla retribuzione.

Ecco le tabelle dei contributi per colf e badanti 2020 aggiornate con la circolare Inps n. 17 del 6 febbraio 2020 di seguito allegata:

Circolare INPS n. 17 del 6 febbraio 2020
Importo dei contributi dovuti per l’anno 2020 per i lavoratori domestici

Contributi colf, badanti, lavoro domestico 2020: tabelle Inps

Si riportano di seguito le tabelle Inps dei contributi in vigore dal 1° gennaio al 31 dicembre 2020 con le quali effettuare il calcolo sia per i lavoratori italiani che per gli stranieri.

  • Importo dei contributi. Decorrenza dal 1° gennaio 2020 al 31 dicembre 2020 - Senza contributo addizionale di cui all’articolo 2, comma 28, della legge n. 92/2012.
Retribuzione oraria effettivaRetribuzione oraria convenzionaleImporto contributo orario comprensivo di quota CUAFImporto contributo orario senza quota CUAF
fino a € 8,10 € 7,17 € 1,43 (0,36) € 1,44 (0,36)
oltre € 8,10 \ fino a € 9,86 € 8,10 € 1,62 (0,4) € 1,63 (0,4)
oltre € 9,86 € 9,86 € 1,97 (0,49) € 1,98 (0,49)
Orario di lavoro superiore a 24 ore settimanali € 5,22 € 1,04 (0,26) € 1,05 (0,26)

(La cifra tra parentesi è la quota a carico del lavoratore)

  • Comprensivo del contributo addizionale di cui all’articolo 2, comma 28, della legge n. 92/2012, da applicare ai rapporti di lavoro a tempo determinato.
Retribuzione oraria effettivaRetribuzione oraria convenzionaleImporto contributo orario comprensivo di quota CUAFImporto contributo orario senza quota CUAF
fino a € 8,10 € 7,17 € 1,53 (0,36) € 1,54 (0,36)
oltre € 8,10 \ fino a € 9,86 € 8,10 € 1,73 (0,4) € 1,74 (0,4)
oltre € 9,86 € 9,86 € 2,11 (0,49) € 2,12 (0,49)
Orario di lavoro superiore a 24 ore settimanali € 5,22 € 1,12 (0,26) € 1,12 (0,26)

(La cifra tra parentesi è la quota a carico del lavoratore)

Come fare il calcolo dei contributi dovuti per colf, badanti lavoratori domestici

Per il calcolo dei contributi colf e badanti, l’Inps ha messo a disposizione un simulatore di calcolo. Gli elementi da prendere in considerazione, oltre alle tabelle Inps sono:

  • retribuzione oraria effettiva, sommata con la quota di tredicesima mensilità e in caso di collaboratore convivente, la quota di vitto e alloggio;
  • ore contributive calcolate sul trimestre;
  • tipo di contratto (nel caso di contratto a tempo determinato si applica l’addizionale Asdi);
  • ore lavorate nella settimana: oltre 24 ore il contributo orario è fisso; fino a 24 ore il contributo dipende dalla fascia oraria;
  • fascia contributiva calcolata in base alla retribuzione effettiva.

Scadenza contributi colf, badanti, lavoro domestico 2020

La scadenza del pagamento dei contributi per colf e badanti è trimestrale e deve essere effettuato entro i primi 10 giorni successivi al trimestre di riferimento.

Le scadenze per il pagamento dei contributi dei lavoratori domestici sono le seguenti:

  • Primo trimestre 2020: 1-10 aprile;
  • Secondo trimestre 2020: 1-10 luglio;
  • Terzo trimestre 2020: 1-10 ottobre;
  • Quarto trimestre 2020: 1-10 gennaio 2021.

Il mancato pagamento dei contributi entro la scadenza prevista comporta l’applicazione delle sanzioni Inps.

Modalità di pagamento

Le modalità di pagamento dei contributi per i lavoratori domestici sono le seguenti:

  • online sul sito Internet www.inps.it, utilizzando la carta di credito attraverso il Portale dei Pagamenti, al quale si accede tramite la sezione dei Servizi OnLine nella homepage del sito;
  • attraverso il bollettino MAV - sostituito dal 2020 dagli avvisi di pagamento PagoPA - inviato dall’INPS o generato attraverso il sito Internet www.inps.it, accedendo al Portale dei pagamenti e pagabile presso le banche oppure presso gli uffici postali;
  • chiamando il Contact Center dell’INPS al numero verde 803164 e utilizzando per il pagamento la carta di credito;
  • rivolgendosi ai soggetti aderenti al circuito “Reti Amiche”: tabaccherie, sportelli bancari di Unicredit Spa, sito Internet del gruppo Unicredit Spa per i clienti, tutti gli sportelli di Poste Italiane con le modalità previste per il circuito Reti Amiche.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Lavoro domestico

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories