Concorso scuola straordinario sospeso con il nuovo DPCM: beffa per i precari

Il concorso scuola straordinario è sospeso ufficialmente da oggi con il nuovo DPCM che entra in vigore da domani 6 novembre. Una beffa per i docenti precari che hanno sostenuto delle spese per raggiungere la regione prescelta.

Concorso scuola straordinario sospeso con il nuovo DPCM: beffa per i precari

Il concorso scuola straordinario è sospeso con il nuovo DPCM in vigore da domani 6 novembre. I docenti precari della scuola, che hanno sostenuto o avrebbero dovuto sostenere il concorso straordinario sospeso, non ci stanno.

Una beffa infatti per loro che hanno continuato a lavorare nonostante le prove del concorso scuola e che proprio per l’emergenza epidemiologica avevano chiesto a gran voce alla ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, assai prima del 22 ottobre, di rimandare la selezione. Non solo, molti nella giornata di ieri erano già in viaggio per raggiungere la regione per la quale si sono candidati perdendo ore di lavoro, tempo e denaro.

Il concorso scuola straordinario per il ruolo su posto comune e sostegno per la scuola secondaria di primo e secondo grado, lo ricordiamo, è riservato ai precari della scuola con almeno tre annualità di servizio. Le prove del concorso scuola straordinario su base regionale, proprio tenendo conto dell’emergenza Covid e per la sicurezza, sono state scaglionate su diverse giornate. Hanno preso il via lo scorso 22 ottobre e avrebbero dovuto concludersi il prossimo 16 novembre.

Nella giornata di ieri si è anche generato il panico tra i candidatil, quelli che avrebbero dovuto sostenere la prova oggi 5 novembre, dopo l’annuncio che il DPCM con la sospensione di tutti i concorsi pubblici e privati sarebbe entrato in vigore da domani 6 novembre e una nota del Miur sul sito, con data 4 novembre, che parlava di stop al concorso pubblico dal giorno successivo alla pubblicazione della nota stessa, quindi da oggi.

Una nota dell’Ufficio scolastico regionale della Lombardia, seguita da chiarimenti del Miur in tarda serata, hanno confermato poi la sospensione del concorso scuola straordinario da oggi 5 novembre.

Concorso scuola straordinario sospeso

Il concorso scuola straordinario viene sospeso con il nuovo DPCM come si legge nel testo pronto per essere pubblicato in Gazzetta e che da domani sarà in vigore fino al 3 dicembre 2020. Il nuovo DPCM prevede la sospensione dei concorsi pubblici, senza un riferimento specifico al concorso scuola. Nel testo si determina la:

“Sospensione dello svolgimento delle prove preselettive e scritte delle procedure concorsuali pubbliche e private e di quelle di abilitazione all’esercizio delle professioni, a esclusione dei casi in cui la valutazione dei candidati sia effettuata esclusivamente su basi curriculari ovvero in modalità telematica, ovvero in cui la commissione ritenga di procedere alla correzione delle prove scritte con collegamento da remoto, nonché a esclusione dei concorsi per il personale sanitario, ivi compresi, ove richiesti, gli esami di Stato e di abilitazione all’esercizio della professione di medico chirurgo e di quelli per il personale della protezione civile, ferma restando l’osservanza delle disposizioni di cui alla direttiva del Ministro per la pubblica amministrazione n. 1 del 25 febbraio 2020 e degli ulteriori aggiornamenti.”

Il concorso scuola straordinario viene sospeso da oggi 5 novembre e fino al 3 dicembre. A sciogliere ogni dubbio nella serata di ieri proprio sulle date, e l’incertezza che ha generato l’annuncio dell’entrata in vigore del testo il 6 novembre, è stata una nota dell’Ufficio regionale della Lombardia. A questa ha fatto seguito una nota del Miur per rassicurare i docenti precari del concorso straordinario che avrebbero dovuto svolgere la prova oggi:

“Con riferimento al concorso straordinario per la scuola secondaria, il Ministero conferma la sospensione delle prove scritte a partire dalla giornata di domani. Sarà nostra cura pubblicare un nuovo calendario non appena sarà possibile riprendere la procedura concorsuale. Intanto si procederà con la correzione delle prove già svolte”.

Sospensione concorso scuola straordinario e la beffa per i precari

La sospensione del concorso scuola straordinario a metà del percorso è suonata come una beffa per i precari che da mesi chiedevano ad Azzolina di rimandare le selezioni a causa dell’emergenza.

Monta la protesta dei precari della scuola nei commenti al post della ministra Azzolina che annuncia la sospensione del concorso scuola da oggi. I docenti che hanno continuato a lavorare in questo periodo non ci stanno perché la sospensione poteva essere evitata rimandando fin dall’inizio il concorso scuola straordinario come avevano chiesto.

Il concorso scuola straordinario si svolge su base regionale e molti di coloro ai quali le prove sono state sospese hanno perso i soldi dei biglietti di treno o aereo prenotati per raggiungere la sede prescelta e hanno anche affrontato spese per l’alloggio.

Per non parlare di coloro che avrebbero dovuto sostenere la prova oggi 5 novembre e che già erano in viaggio, se non addirittura arrivati a destinazione, quando è stata annunciata la sospensione del concorso scuola straordinario. Ancora, la beffa è per coloro che non hanno potuto sostenere le prove perché in quarantena a causa del Covid e che ora scoprono che il concorso scuola è stato sospeso. A queste persone la prova suppletiva non è stata garantita. Molti docenti precari possono trovarsi in quarantena o isolamento fiduciario proprio per aver frequentato la scuola dove lavorano.

Tutto ciò, a detta dei docenti, poteva essere evitato non facendo partire il concorso scuola straordinario in piena emergenza e proprio nel periodo in cui i contagi iniziavano ad aumentare.

Concorso scuola straordinario sospeso: nuovo calendario

Il concorso scuola straordinario è stato sospeso e il Miur ha annunciato che presto sarà disponibile un nuovo calendario delle prove.

Il discorso viene rimandato al prossimo 3 dicembre salvo successive disposizioni del governo. Il concorso scuola straordinario ora sospeso è partito lo scorso 22 ottobre e si è svolto su base regionale per classi di concorso. Pertanto le commissioni, come annunciato dal Miur, procederanno in questo tempo di sospensione con la correzione delle prove computer based già svolte.

Su 15 giornate, 9, compresa quella di oggi, sono state svolte. Le prove del concorso scuola straordinario invece che si sarebbero dovute tenere nei giorni 5,6,9,10,12 e 16 novembre in turni mattutini e pomeridiani, come da calendario ufficiale, sono sospese.

Se davvero le disposizioni del DPCM dovessero restare in vigore fino al 3 dicembre e la sospensione dei concorsi pubblici non andasse oltre quella data allora il concorso scuola straordinario si potrebbe recuperare immaginiamo nei giorni 4,9,10,11, 14 e 15 dicembre (martedì 8 è festivo e abbiamo escluso anche il 7 perché prefestivo).

Sono solo ipotesi ovviamente perché indicazioni ufficiali dovrebbero arrivare dal Miur. La sospensione del concorso scuola straordinario comporterebbe in ogni caso un inevitabile slittamento delle preselettive per il concorso scuola ordinario per infanzia e primaria e per quello della secondaria di primo e secondo grado e che la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina aveva garantito si sarebbero tenute prima di Natale.

Anche se la prova preselettiva molto probabilmente non si svolgerà per tutte le classi di concorso e in tutte le regioni, considerando il numero dei candidati che supera di gran lunga quello del concorso scuola straordinario si può immaginare che le prove verranno rimandate a dopo Natale. Ovviamente per le notizie ufficiali e certezze in merito è necessario attendere una comunicazione del Miur.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories