Borsa Oggi, 29 luglio 2020: Piazza Affari di poco sotto la parità, due velocità per Saipem e Amplifon

La Borsa oggi ha chiuso poco mossa in attesa di novità da Washington. A Piazza Affari ondata di vendite su Saipem dopo la presentazione dei conti mentre Amplifon ha terminato in rally. Spread scende sotto 150 pb.

Borsa Oggi, 29 luglio 2020: Piazza Affari di poco sotto la parità, due velocità per Saipem e Amplifon

La Borsa oggi ha chiuso di poco sotto la parità a causa dei risultati societari, spesso inferiori alle attese, e degli aggiornamenti relativi i nuovi focolai di virus in Europa.

Al termine della due giorni di riunioni, questa sera la Federal Reserve annuncerà le proprie decisioni di politica monetaria. Se da un lato la politica monetaria dell’istituto con sede a Washington non dovrebbe registrare grandi variazioni, dall’altro sarà interessante seguire la conferenza stampa del chairman Jerome Powell.

Dopo la pausa di ieri (-0,31%), oggi è ripartita la corsa dell’eurodollaro, in aumento in corrispondenza della chiusura degli scambi in Europa dello 0,44% a 1,17665 mentre il future sul Brent passa di mano a 44,05 dollari, +1% rispetto al dato precedente.

Segno più anche per il benchmark statunitense, il WTI, in aumento dello 0,7% a 41,34 dollari il barile. Come ogni mercoledì, il Dipartimento dell’Energia ha diffuso l’aggiornamento relativo l’andamento delle scorte Usa.

Borsa oggi, aggiornamento ore 17:40: Saipem e Amplifon a due velocità

In chiusura di seduta, l’indice delle blue chip si è fermato a 19.880,57 punti (-0,11%) mentre lo spread Italia-Germania è sceso sotto quota 150 punti base (1,9% a 149pb).

Tra i bancari, Intesa Sanpaolo e UBI Banca hanno rispettivamente chiuso con +0,11 e con un +0,08 per cento dopo la notizia che la prima ha superato i due terzi del capitale della seconda.

Due velocità per Saipem (-9,86%) e Amplifon (+5,66%) in scia della presentazione dei conti.

Piazza Affari oggi, aggiornamento ore 13: Borse europee in ordine sparso

A Milano il Ftse Mib alle 13 si attesta a 19.749,33 punti, -0,77% rispetto al dato precedente, mentre lo spread arretra di mezzo punto percentuale a 151 punti base.

Andamento contrastato per gli altri listini europei: il Ftse100 segna un +0,32%, il Dax scambia in parità e il Cac40 avanza dello 0,71%.

Nel comparto bancario Intesa Sanpaolo perde lo 0,81% e UBI Banca lo 0,98% dopo la notizia che la prima è salita al 72% del capitale della seconda.

Tonfo a due cifre per Saipem (-10,5%) dopo la presentazione dei numeri semestrali: nel periodo, l’ultima riga di conto economico ha evidenziato una perdita di 885 milioni mentre l’Ebitda adjusted si è attestato a 355 milioni.

Poco mossa invece Telecom Italia (-0,08%) che, secondo quanto riportato dai giornali in edicola, ha ricevuto l’offerta vincolante da KKR per il 38% della rete secondaria.

Piazza Affari, aggiornamento ore 9:25: Ftse Mib piatto, focus sulle banche

A Milano l’indice delle blue chip, il Ftse Mib, nei primi scambi della seduta odierna, 29 luglio 2020, quota poco mosso a 19.898,19 punti (-0,02%).

Andamento simile anche per Ftse100 e Dax (-0,01% e -0,11%) mentre il Cac40 registra un rialzo dello 0,55%.

Sul mercato obbligazionario, lo spread Italia-Germania non fa registrare variazioni di rilievo a 152 punti base.

Avvio in positivo per l’accoppiata Intesa SanpaoloUBI Banca (+0,33 e +0,7 per cento) dopo la notizia che la prima ha superato quota 66,67% della seconda (la maggioranza dei due terzi) salendo al 72% del capitale.

UniCredit (-0,38%) ha invece fatto sapere che si allineerà alle disposizioni della Banca Centrale Europea in materia di dividendi e buyback. “A seguito della raccomandazione della BCE del 28 luglio 2020, UniCredit conferma che non pagherà dividendi e non effettuerà riacquisti di azioni proprie nel 2020”, riporta la nota dell’istituto di Piazza Gae Aulenti.

Tonfo per Saipem (-7,36%) dopo la presentazione dei numeri semestrali: nel periodo, l’ultima riga di conto economico ha evidenziato una perdita di 885 milioni mentre l’Ebitda adjusted si è attestato a 355 milioni. -1,14% per Ferragamo, che ha terminato il secondo trimestre con vendite in rosso di 60 punti percentuali.

Piatta invece Telecom Italia (+0,03%) che, secondo quanto riportato dai giornali in edicola, ha ricevuto l’offerta vincolante da KKR per il 38% della rete secondaria.

Borse asiatiche: Tokyo chiude in rosso

Seduta in positivo per l’indice Hang Seng (+0,15%) e per il TSE China A50 (+1,63%) mentre il Nikkei ha chiuso con un -1,15%.

Andamento negativo anche per l’indice australiano S&P/ASX 200, in calo dello 0,23%.

Wall Street: indici sotto la parità

A Wall Street la seduta si è chiusa con il Dow Jones in calo dello 0,77%, con lo S&P500 che ha segnato un -0,65% e con il Nasdaq che ha terminato con un +1,27%.

Oggi è in calendario, tra gli altri, la pubblicazione dei risultati trimestrali di Boeing, Facebook, GE e GM.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories