Wall Street: i titoli caldi di giovedi 11 ottobre

L’Ufficio studi di Money.it ha selezionato i titoli più interessanti per l’operatività intraday e multiday tra le società tecnologiche facenti parte dell’indice Nasdaq

Wall Street: i titoli caldi di giovedi 11 ottobre

Apertura in gap down per l’indice Nasdaq 100 che al momento sta recuperando vigore attestandosi sui minimi della seduta precedente a quota 7.051,80 punti. Nella seduta di oggi, in caso di un ulteriore calo delle quotazioni, sarà importante monitorare l’andamento del prezzo nei pressi del supporto statico a 6.950 punti per eventuali segnali di natura rialzista.

Di seguito una lista dei titoli da monitorare nel corso della giornata selezionati dall’Ufficio studi di Money.it:

  • Microsoft Corporation – il titolo del settore informatico con la seduta di ieri è ritornato nell’area supportiva di breve periodo lasciata in eredità dai minimi segnati lo scorso 22 agosto a 105,78 dollari. Nonostante il vigoroso calo in atto dai recenti top la struttura del titolo rimane ancora rialzista, dal momento che il prezzo non ha ancora sviluppato un modello di massimi e minimi decrescenti. Per l’operatività odierna si privilegia ancora il lato long su eventuali segnali rialzisti con primo target il livello a 112,78 dollari, target finale a 116 dollari per azione.
  • Nvidia – con la seduta di ieri il titolo ha violato la trendline ascendente di lunghissimo periodo che ha accompagnato il corso dei prezzi dal mese di luglio 2017. La posizione dei principali indicatori di momentum come l’RSI stazionano in prossimità dei livelli di ipervenduto, dunque una chiusura della giornata odierna al di sopra del livello dinamico fornirebbe un segnale rialzista con primo obiettivo i massimi segnati il 4 settembre a 285 dollari. Un obiettivo finale potrebbe essere identificato a 292,76 dollari, massimo segnato lo scorso 2 ottobre.
  • Symantec Corporation – il titolo, leader nel settore della sicurezza informatica, continua il suo calo dopo la rottura della trendline supportiva di breve termine che collega i minimi segnati nel mese di agosto e settembre. La candela di ieri ha completato un segnale inside bar la cui rottura potrebbe favorire un ulteriore impulso ribassista che avrebbe come primo obiettivo la ricopertura del gap tra le candele del 15 e del 16 agosto a 18,66 dollari ed un target finale nei pressi del livello statico a 17,81 dollari segnato con la candela del 3 agosto.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Wall Street

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.