Sondaggi politici: salgono Salvini e M5S, in calo Renzi e la Meloni

L’ultimo sondaggio politico di Swg dell’11 maggio vede in netta ripresa Forza Italia, con anche la Lega e il Movimento 5 Stelle che si migliorerebbero rispetto la scorsa settimana, mentre sarebbero in calo al pari di Fratelli d’Italia pure il PD e Italia Viva di Matteo Renzi.

Sondaggi politici: salgono Salvini e M5S, in calo Renzi e la Meloni

Nella settimana del via libera da parte del Cdm al decreto Rilancio, l’ultimo sondaggio politico realizzato da Swg e diramato in data 11 maggio dal Tg La7, vede sorridere tra i partiti di governo soltanto il Movimento 5 Stelle.

A iniziare dal Partito Democratico, il cui calo sarebbe piuttosto marcato, per tutti gli altri il segno attribuito è negativo con Italia Viva di Matteo Renzi e La Sinistra che continuano a essere in bilico sulla soglia di sbarramento del 3%.

Tra le fila dell’opposizione sarebbe netto il balzo in avanti di Forza Italia, con anche la Lega che tornerebbe a salire dopo un periodo in cui i sondaggi poco hanno sorriso al partito di Matteo Salvini.

Chi invece farebbe registrare uno stop dopo settimane di crescita è Giorgia Meloni, visto che Fratelli d’Italia viene indicata in discesa anche se sempre saldamente ben oltre la soglia psicologica della doppia cifra.

Sondaggi politici: male il centrosinistra

In una settimana di dure polemiche all’interno della maggioranza, a partire dalla sanatoria per i migranti fino al reddito di emergenza senza contare le tensioni sul Mes, il sondaggio politico di Swg in quest’ottica sembrerebbe premiare il Movimento 5 Stelle.

Netto invece sarebbe il calo di un Partito Democratico ormai sempre più appiattito sulle posizioni di Palazzo Chigi, con Nicola Zingaretti che non sembrerebbe riuscire a incidere a livello mediatico in un periodo storico dove gli elettori più che i simboli sembrano seguire i leader.

Un cambiamento nel modo di vivere la politica che Matteo Renzi ha provato a cavalcare quando lo scorso settembre si è staccato dal PD, ma per Italia Viva la crisi sembrerebbe essere infinita e a questo punto, più che alla doppia cifra sbandierata inizialmente come obiettivo, per l’ex premier lo scopo sarà quello di superare la soglia di sbarramento.

Nel centrodestra la Lega tornerebbe a crescere approfittando così del calo attribuito ai dem per rinsaldare la propria posizione di primo partito del Paese, con anche Forza Italia che si andrebbe a migliorare notevolmente rispetto a sette giorni fa.

Se nelle scorse settimane a un calo di Matteo Salvini corrispondeva una crescita di Fratelli d’Italia, in questo sondaggio adesso sarebbe Giorgia Meloni a soffrire della ripresa attribuita al Carroccio.

Considerando anche Cambiamo del governatore ligure Giovanni Toti, il centrodestra nel suo complesso sarebbe al 49,5% e di conseguenza potenzialmente vincente in caso di elezioni con qualsiasi legge elettorale.

Il prossimo sistema di voto, certamente da modificare in caso di un disco verde al referendum per il taglio dei parlamentari, sarà fondamentale per capire quale strategia potrebbe essere la migliore per tutti quei partiti che hanno come obiettivo il superamento della soglia di sbarramento.

Ser dovesse passare il Germanicum, l’asticella verrebbe ritoccata almeno al 4% con anche La Sinistra che così al momento sarebbe sotto. Azione di Carlo Calenda in tandem con +Europa potrebbe superare in questo momento l’asticella, ma facile che ai due partiti possa aggiungersi anche Italia Viva per dare vita a un blocco riformista e moderato.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories