Sciopero mezzi Roma 3 febbraio rimandato: le motivazioni

Rimandato lo sciopero dei mezzi di Roma di lunedì 3 febbraio. Vediamo quali sono le motivazioni della revoca.

Sciopero mezzi Roma 3 febbraio rimandato: le motivazioni

Lo sciopero dei mezzi a Roma dei dipendenti Atac che era previsto per il 3 febbraio è stato rimandato.

Si preannunciava una giornata di disagi nella Capitale, con il blocco dei mezzi per 24 ore, poi è arrivata la revoca nella giornata di domenica.

Lo sciopero avrebbe riguardato le sole linee gestite da Atac di autobus, filobus, tram e metropolitana. A non essere coinvolti nello sciopero dei mezzi di Roma le linee Roma Tpl, Cotral e Ferrovie dello Stato.

Lo sciopero del 3 febbraio indetto dal sindacato Fast Slm- l’ultimo risale al 9 dicembre 2019 - è stato solo rimandato perché alla base dell’agitazione che periodicamente coinvolge il trasporto della Capitale vi sono i diritti dei lavoratori.

Vediamo quali sono le motivazioni della revoca dello sciopero dei mezzi di Roma.

Rimandato sciopero mezzi Roma 3 febbraio: le motivazioni

Nella giornata del 3 febbraio si prevedeva lo sciopero dei mezzi di Roma gestiti da Atac poi rimandato.

Il sindacato Fast Slm che ha indetto lo sciopero ha specificato che non è stato semplicemente annullato, ma rinviato a data da destinarsi. Nella giornata di domenica 2 febbraio è arrivata la revoca grazie all’invito della Prefettura.

I sindacati hanno così motivato:

“A fronte dell’invito del prefetto di Roma, in merito a una serie di valutazioni contingenti, e per evitare nuovi blocchi, la segreteria della Slm Fast Confsal differisce lo sciopero indetto per la giornata di domani, lunedì 3 febbraio”.

La sindaca Virginia Raggi dal canto suo, con una nota dal Campidoglio, ha ringraziato la Prefettura per aver mediato e ha aggiunto un ringraziamento al sindacato per

"il senso di responsabilità dimostrato da Fast-SLM, la sigla sindacale che aveva proclamato l’agitazione, la revoca evita la concomitanza dello sciopero con le limitazioni alla circolazione veicolare previste dall’ordinanza di stop a causa del superamento dei livelli di Pm 10 nell’aria».

Già perché il blocco delle auto inquinanti rimane confermato per la giornata di lunedì 3 febbraio, anche se si è scongiurato il blocco dei mezzi pubblici di Roma.

Come si legge dal comunicato del Campidoglio:

«Considerato il superamento dei livelli di PM10 rilevato dalla rete urbana di monitoraggio e validati dall’Arpa Lazio, e la previsione di criticità prevista per domani, è stata disposta la limitazione della circolazione veicolare lunedì 3 febbraio nella Ztl Fascia Verde».

Non potranno circolare ciclomotori e motoveicoli euro 0, euro 1 e auto a benzina euro 2.

I motivi dello sciopero dei trasporti a Roma

Lo sciopero dei trasporti di Atac a Roma lunedì 3 febbraio è stato rimandato a data da destinarsi. Il fermo aveva l’obiettivo di creare disagio al fine di ottenere quanto richiesto ai datori di lavoro da parte dei dipendenti dell’azienda di trasporti romana.

Lo sciopero di 24 ore era stato indetto dal sindacato Fast Slm e tra le motivazioni, che restano valide perché è stato solo rimandato, vi sono:

  • ferie;
  • insufficienza della mensa;
  • problematiche del personale di macchina settore metro;
  • problematiche IV area (Operatori Qualificati Mobilità, verificatori, Ausiliari del Traffico ecc.).

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Sciopero

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.