Febbre da spread: Bund, rendimento punta ai minimi assoluti. RBC suggerisce long tattici

Sempre più investitori in cerca di un porto sicuro: la carta emessa da Berlino che ormai rende meno di un bond giapponese

Febbre da spread: Bund, rendimento punta ai minimi assoluti. RBC suggerisce long tattici

Il rendimento del Bund tedesco viaggia in direzione dei minimi storici.

Sui mercati torna a salire la febbre da spread e come di consueto a farne le spese maggiori è il debito italiano mentre il focus degli investitori in cerca di protezione si sposta sul porto sicuro rappresentato dalla carta emessa dal governo di Berlino.


Fonte: Bloomberg

Come vediamo dall’immagine questo scenario sta spingendo il rendimento del Bund tedesco in direzione dei suoi minimi assoluti risalenti al 2016 e situati a -0,189% dopo che nel corso del primo trimestre lo yield era sceso sotto lo zero per la prima volta da circa 3 anni (clicca qui per rilegger la notizia su Money.it).

Bund verso la “giapponificazione”


Fonte: Bloomberg

Come da grafico, il rendimento del Bund si sta ormai stabilizzando sui livelli del corrispettivo giapponese. «La maggior parte degli operatori ora accetta la giapponificazione dell’Europa continentale, ma non riescono a concepire che la stessa cosa potrebbe accadere con gli Stati Uniti», ha affermato Albert Edwardsat di Société Generale.

Long sul Bund. Come operare in un quadro come quello descritto? RBC ha consigliato ai suoi clienti operazioni long di carattere tattico su Bund e Gilts. Nelle previsioni di Citigroup se i PMI manifatturieri dell’Eurozona dovessero confermare il calo a 46 punti il rendimento del Bund tedesco potrebbe fare nuovi minimi a -0,2%.

Iscriviti alla newsletter "Risparmio e investimenti" per ricevere le news su Bund

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.