Ryanair: niente voli fino a giugno?

“La maggior parte dei nostri aerei resterà a terra dal 24 marzo”, annuncia Ryanair. Il blocco dei voli potrebbe durare 3 mesi.

Ryanair: niente voli fino a giugno?

Stop voli Ryanair tra il 24 marzo e giugno 2020. La principale compagnia di voli low cost in Europa ha annunciato che la sua flotta resterà a terra probabilmente per tutto aprile e maggio a seguito delle “restrizioni senza precedenti” imposte sui viaggi a causa dell’emergenza coronavirus.

La chiusura delle frontiere e il blocco aereo nell’intero continente vale per tutti i voli tranne che per pochi collegamenti, e Ryanair ha dichiarato che, considerando la durata del blocco della Cina, è molto probabile che tutti i voli saranno sospesi per 3 mesi.

In una nota ufficiale Michael O’Leary, CEO di Ryanair, ha dichiarato: “Al momento non prevediamo di operare nei mesi di aprile e maggio, ma ciò dipenderà dai consigli del governo e in tutti i casi rispetteremo queste istruzioni”.

Aerei Ryanair a terra, solo voli d’emergenza

Brutte notizie per chi pensava al prossimo viaggio finita la quarantena e magari aveva già acquistato un volo Ryanair; tanto più che proprio in queste ore si parla della possibilità che Giuseppe Conte firmi un decreto per estendere le misure di contenimento fino al 31 luglio.

La compagnia aerea ha comunque affermato che metterà a disposizione i suoi vettori per voli di rimpatrio dei passeggeri bloccati all’estero e per il trasporto di forniture di emergenza (alimentari, farmaci, dispositivi di protezione) in tutta Europa se necessario.

Le persone interessate dalla cancellazione dei voli Ryanair riceveranno un’email con la comunicazione ufficiale e le istruzioni per chiedere il rimborso o spostare la data di partenza senza costi aggiuntivi.

La compagnia ha chiesto ai clienti di avere pazienza e di astenersi dal chiamare in quanto il personale degli uffici è stato ridotto del 50% per rispettare le norme di sicurezza e garantire il corretto distanziamento sociale.

“Faremo tutto il possibile per mantenere operativi i nostri aeromobili, i nostri equipaggi e i nostri team di ingegneri in modo che quando l’Europa sconfigge questa pandemia di Covid-19, siamo pronti a tornare a volare, per consentire ai cittadini europei di tornare al lavoro, a visitare amici e parenti e ricostruire l’industria turistica europea, da cui dipendono così tanti milioni di posti di lavoro e famiglie” ha concluso O’Leary.

Iscriviti alla newsletter Notizie e Approfondimenti per ricevere le news su Ryanair

Argomenti:

Ryanair Coronavirus

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.