Roma “blindata”: controlli a tappeto sull’utilizzo della mascherina all’aperto

Roma, obbligo mascherina all’aperto in ogni ora del giorno: il piano del Prefetto per il rispetto delle nuove norme.

Roma “blindata”: controlli a tappeto sull'utilizzo della mascherina all'aperto

Da oggi, sabato 3 ottobre, a Roma controlli più stringenti in vista della nuova ordinanza adottata dalla Regione Lazio che obbliga l’utilizzo della mascherina in tutti i luoghi pubblici e aperti al pubblico, sia se al chiuso che all’aperto.

Regola che varrà per tutte le ore della giornata, ad eccezione che per coloro che fanno sport, per i minori di 6 anni e per chi ha delle patologie per cui è sconsigliato l’utilizzo della mascherina.

Con l’entrata in vigore della nuova ordinanza la Capitale sarà “blindata”. D’altronde il Prefetto di Roma, Matteo Piantedosi, lo aveva anticipato nei giorni scorsi spiegando che qualora la Regione Lazio avesse deciso a favore di un inasprimento delle regole sull’utilizzo della mascherina, la prefettura avrebbe fatto il possibile per garantirne il rispetto sul territorio.

E a tal proposito, nella giornata di ieri è stato deciso il piano che verrà attuato nella Capitale per monitorare il rispetto delle nuove norme. La decisione è stata maturata nel corso del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica; ecco, nel dettaglio, quali saranno i luoghi maggiormente sotto controllo.

Roma “blindata”: controlli a tappeto sull’utilizzo della mascherina all’aperto

Il Prefetto di Roma ha deciso in favore di due diversi piani d’intervento a seconda dei giorni della settimana. Durante il weekend, infatti, i controlli da parte delle Forze dell’Ordine si concentreranno nelle zone della movida e nei luoghi che richiamano flussi turistici. Più controlli, quindi, agli ingressi di monumenti e luoghi di culto, così come nei musei.

Nei giorni infrasettimanali, invece, i controlli verranno effettuati perlopiù in quei luoghi di aggregazione non occasionali: si pensi ad esempio alle scuole, specialmente nelle ore di ingresso e uscita degli studenti, ma anche ai mercati e alle aree di scambio dei mezzi pubblici.

Controlli delle Forze dell’Ordine: rischio multa 400 euro per chi è senza mascherina

Quanto deciso nel corso del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica ha come scopo quello di prevenire la creazione di assembramenti, oltre a verificare che le nuove norme contenute nell’ordinanza firmata ieri dal Governatore Zingaretti vengano rispettate.

E in caso di necessità non mancheranno le sanzioni: per chi è senza mascherina - che ricordiamo è obbligatoria anche quando si cammina per strada e in qualsiasi orario della giornata - la multa è di 400,00€, con la possibilità comunque di una riduzione del 30% (120,00€ in meno) nel caso in cui venga pagata entro cinque giorni.

Va detto, comunque, che si tratterà di normali controlli. Non ci saranno “eccessi” e non verrà coinvolto l’Esercito, né tantomeno saranno utilizzati droni o altoparlanti. D’altronde, ci tiene a sottolineare il prefetto di Roma, il controllo del territorio non si è mai interrotto tant’è che “i reati sono in calo”.

Argomenti:

Roma Mascherine

Iscriviti alla newsletter

Money Stories