Risarcimento per errore medico, spetta anche ai familiari della vittima

Anche i familiari della vittima possono chiedere il risarcimento danni se dall’errore medico deriva il cambiamento dello stile di vita del paziente. Lo ha deciso la Cassazione. Qui i dettagli.

Risarcimento per errore medico, spetta anche ai familiari della vittima

Novità in merito al risarcimento per errore medico-diagnostico: anche i familiari del paziente possono agire in giudizio per il risarcimento dei danni provocato dal cambiamento irreversibile dello stile di vita della vittima dell’errore, per esempio a seguito di una erronea valutazione dei rischi o di un procedimento azzardato durante un intervento.

Che il paziente abbia sempre diritto al risarcimento era già noto; adesso i giudici della Corte di Cassazione hanno stabilito che anche i congiunti possono pretendere una somma a titolo risarcitorio. Quindi ascendenti, discendenti, coniuge o fratelli (anche i nipoti e gli affini in mancanza di coniuge e figli) potranno agire in giudizio se il cambiamento irreversibile dello stile di vita del congiunto si riflette in maniera dannosa e peggiorativa anche nella loro vita.

Qui tutti i dettagli della sentenza e come funziona il risarcimento danni per i prossimi congiunti della vittima di errore medico.

Risarcimento errore medico per i familiari della vittima: le ultime della Cassazione

Arriva dalla Corte di Cassazione un’importante decisione circa la liquidazione dei danni causati dall’errore del medico: questi possono essere pretesi anche dai parenti congiunti della vittima.

Il caso di specie si riferisce ai familiari di un paziente che a seguito di un errore diagnostico, come rilevato dalle perizie degli esperti, aveva subito un danno irreversibile tale da cambiare in maniera sensibile il suo stile di vita. La Corte d’Appello aveva negato il risarcimento danni ai familiari sulla base del fatto che la vittima non fosse più a carico della famiglia.

La Cassazione (sentenza numero 2822/2019), invece, ha ribaltato la decisione stabilendo che i congiunti hanno pieno diritto a pretendere una somma a titolo di risarcimento anche se il paziente non è completamente a loro carico. Ciò perché, anche se in misura ridotta, il peggioramento dello stile di vita in seguito all’errore medico causa inequivocabilmente il peggioramento delle abitudini anche dei familiari.
Si precisa che, ai sensi dell’articolo 307, comma 4, del Codice civile, la legge considera “prossimi congiunti” i seguenti soggetti:

“Ascendenti, i discendenti, il coniuge, la parte di un’unione civile tra persone dello stesso sesso, i fratelli, le sorelle, gli affini nello stesso grado, gli zii e i nipoti: nondimeno, nella denominazione di prossimi congiunti, non si comprendono gli affini, allorché sia morto il coniuge e non vi sia prole.”

Potrebbe interessarti anche Come provare il danno da errore medico e chiedere il risarcimento

Cassazione, risarcimento ai familiari anche se l’invalidità è parziale

Nella decisione in esame i giudici della Cassazione hanno sancito anche un altro principio: non solo i familiari hanno diritto al risarcimento, ma questo vige anche se il cambiamento dello stile di vita della vittima è invalidante solo parzialmente.

Nel dettaglio la motivazione della sentenza riporta quanto segue:

“Anche un’invalidità parzialmente invalidante possa comportare, oltre al dolore per la menomazione del congiunto, anche la necessità di un impegno di assistenza a carico degli stretti congiunti.”

In altre parole, ogni volta che dall’errore medico-diagnostico deriva un danno che obbliga i congiunti della vittima a farsi carico di nuove spese e obblighi di assistenza (anche parziali e non eccessivi) si potrà agire per ottenere una somma a titolo di risarcimento dei danni.

Se ritieni di essere stato vittima di un caso di malasanità, in prima persona o ai danni di un parente, ti consigliamo il nostro articolo di approfondimento sulla Denuncia per malasanità e risarcimento danni.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Sanità

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.