Elezioni 2021, dove si vota? Tutti gli appuntamenti in Italia e nel mondo

Alessandro Cipolla

22 Marzo 2021 - 16:44

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Tutte le elezioni in programma nel 2021 in Italia e nel mondo: se da noi le attenzioni sono rivolte alle amministrative, molto importante è il voto in Germania dove la corsa per la successione ad Angela Merkel appare più che incerta.

Elezioni 2021, dove si vota? Tutti gli appuntamenti in Italia e nel mondo

Dove si terranno le elezioni nel 2021? Nonostante la pandemia che non sta risparmiando nessun continente, le urne quest’anno si apriranno in diversi Paesi Italia compresa, dove ci sarà un probabile election day come già avvenuto nel 2020.

Il Consiglio dei Ministri visto il perdurare dell’emergenza Covid, ha deciso di spostare tutti gli appuntamenti elettorali in Italia in una data compresa tra il 15 settembre e il 15 ottobre, con le elezioni amministrative, regionali e suppletive che dovrebbero essere accorpate come lo scorso anno.

A livello internazionale tutte le attenzioni sono rivolte alla Germania, visto che a settembre si voterà per delle elezioni federali dove non sarà in campo Angela Merkel, che dal 2005 ricopre in maniera ininterrotta il ruolo di cancelliera.

Già si è votato invece in Olanda dove si è imposto di nuovo il popolare Mark Rutte. Nonostante la crisi sanitaria, l’affluenza alle urne è stata molto buona grazie ai seggi che sono rimasti aperti per tre giorni e alla possibilità di votare per posta.

Elezioni 2021: dove si vota in Italia

Come lo scorso anno, la pandemia in corso ha costretto il Consiglio dei Ministri a posticipare tutti gli appuntamenti elettorali al prossimo autunno. A riguardo, la doppia data più probabile è quella del 10 e 11 ottobre.

Per quanto riguarda le regionali, dopo l’abbuffata del 2020 in questo 2021 si voterà solo in Calabria a causa della prematura scomparsa della Presidente Jole Santelli. Urne aperte anche per le elezioni suppletive nel collegio alla Camera Toscana-12, quello di Siena, viste le dimissioni di Pier Carlo Padoan entrato nel Cda di Unicredit.

Il piatto forte saranno senza dubbio le elezioni amministrative, dove si voterà in cinque delle sei principali città italiane: Roma, Milano, Napoli, Torino e Bologna. In totale saranno oltre 1.300 i comuni al voto, di cui 21 capoluogo di provincia.

Oltre alle già citate cinque grandi città, il prossimo autunno per le amministrative si voterà anche a Benevento, Carbonia, Caserta, Grosseto, Isernia, Latina, Cosenza, Novara, Olbia, Pordenone, Ravenna, Rimini, Salerno, Trieste, Savona e Varese.

2021: le elezioni nel mondo

Se in Olanda nonostante la pandemia le elezioni si sono tenute come da programma a inizio marzo, aprire le urne nei mesi più difficili non è sempre a “rischio zero”. In Portogallo infatti le elezioni presidenziali di gennaio sono state accusate di aver innescato l’aumento dei contagi che poi si è verificato dopo alcune settimane.

In Germania comunque le elezioni federali si terranno il 26 settembre 2021, quando si spera sia stata raggiunta l’immunità di gregge in tutta Europa. Dopo sedici anni di dominio incontrastato, non ci sarà Angela Merkel.

I sondaggi vedono il duo CDU-CSU in netto vantaggio, ma la crescita dei Verdi e la ripresa dei Socialisti potrebbero portare a un ribaltone con un Governo “Jamaica” insieme ai Liberali. Il sentore è che molto dipenderà da come andrà la campagna vaccinale.

Proprio il successo della vaccinazione di massa in Israele, dove il 23 marzo si voterà per la quarta volta in meno di due anni, potrebbe garantire una nuova vittoria a Bibi Netanyahu, con Benny Gantz che rimane lo sfidante più accreditato.

Il 24 dicembre 2021 dovrebbe essere poi la data buona per le tanto auspicate elezioni in Libia, Paese da tempi flagellato da una sanguinosa guerra civile che vede opposto il Governo di Tripoli a quello di Khalīfa Ḥaftar, uomo forte della Cirenaica.

A novembre dovrebbero tenersi le elezioni anche in Siria, altro Paese più che tormentato dove il condizionale è d’obbligo, mentre dopo le proteste degli ultimi tempi l’11 aprile sarà il Perù a essere chiamato alle urne.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories