Borsa Milano Oggi, 22 giugno 2021: le banche penalizzano il Ftse Mib

Luca Fiore

22/06/2021

22/06/2021 - 18:00

condividi

Chiusura di poco sotto la parità per la Borsa di Milano oggi, 22 giugno 2021. Sul Ftse Mib riflettori puntati su UniCredit dopo le ultime notizie. Spread a 110 punti base.

Borsa Milano Oggi, 22 giugno 2021: le banche penalizzano il Ftse Mib

Seduta debole per la Borsa di Milano oggi: sul Ftse Mib vendite su un comparto bancario in cui spicca UniCredit dopo le ultime notizie.

Questa sera alle 20 italiane è prevista un’audizione del n.1 della Federal Reserve, Jerome Powell, al Congresso USA. Dalle bozze dell’intervento emerge la volontà della banca centrale statunitense di continuare a supportare la prima economia evitando una stretta anticipata sui tassi.

Il future con consegna agosto sul petrolio Brent è invariato a 74 dollari al barile mentre l’eurodollaro perde lo 0,09% a 1,19062.

Borsa Milano Oggi, aggiornamento ore 17:40: Ftse Mib, vendite sul comparto bancario

La seduta del Ftse Mib si è chiusa a 25.315,57 punti (-0,32%) mentre lo spread BTP-Bund ha registrato un rialzo di oltre un punto percentuale a 110 punti base.

Tra i bancari, giornata all’insegna della debolezza per Banco BPM e BPER Banca, in rosso rispettivamente dell’1,69 e dell’1,31 per cento.

Meno 1,02% per UniCredit che ha concluso con MBCredit Solutions e con un veicolo di cartolarizzazione gestito da KRUK un accordo per la cessione pro-soluto di un portafoglio di crediti in sofferenza per un ammontare complessivo di circa 220 milioni di euro.

Piazza Gae Aulenti e KRUK hanno siglato un’intesa per la cessione di 250 milioni di euro di crediti in sofferenza derivanti da contratti di credito al consumo che si genereranno nel 2021.

Deciso segno meno per illimity Bank (-4,01%) dopo l’approvazione del piano strategico al 2025 e debolezza per Assicurazioni Generali (-0,3%), che ha acquisito quote di maggioranza nelle joint-venture di Axa in Malesia.

Performance positive si registrano tra i titoli del risparmio gestito: FinecoBank ha guadagna l’1,86% e Banca Generali lo 0,71%.

Aggiornamento ore 13: Ftse Mib in rosso dello 0,5%

Il Cac40 segna un +0,08%, il Dax è in perfetta parità ed il Ftse Mib perde mezzo punto percentuale.

Contrazione di circa un punto percentuale per lo spread BTP-Bund a 108 punti base.

UniCredit arretra dello 0,8% dopo l’annuncio della cessione di crediti in sofferenza. Stando alle indiscrezioni, l’Ad di Piazza Gae Aulenti, Andrea Orcel, sarebbe scettico sull’ipotesi di acquisizione di Mps (+0,13%).

Deciso segno meno per illimity Bank (-3,34%) dopo l’approvazione del piano strategico al 2025.

Sotto la parità Assicurazioni Generali (-0,38%) che ha acquisito quote di maggioranza nelle joint-venture di Axa in Malesia.

Future Wall Street: prevista apertura in parità

A due ore e mezza dall’avvio delle contrattazioni, il derivato sul Dow Jones registra un -0,01%, quello sullo S&P500 segna un -0,05% ed il future sul Nasdaq arretra dello 0,07%.

Aggiornamento ore 9:25: Ftse Mib sotto la parità

A Londra la seduta del Ftse100 inizia con un +0,27%, il Cac40 non fa segnare variazioni di rilievo, il Dax arretra dello 0,1% ed il Ftse Mib perde un quarto di punto percentuale a 25.337,26 punti (-0,24%).

Rialzo di circa un punto percentuale per lo spread BTP-Bund a 110 punti base.

Performance positive si registrano tra i titoli del risparmio gestito: FinecoBank guadagna lo 0,89% e Banca Generali lo 0,45%.

Parità in avvio per Assicurazioni Generali che ha acquisito quote di maggioranza nelle joint-venture di Axa in Malesia.

Tra i bancari, UniCredit (+0,04%) ha annunciato di aver concluso con MBCredit Solutions e con un veicolo di cartolarizzazione gestito da KRUK un accordo per la cessione pro-soluto di un portafoglio di crediti in sofferenza per un ammontare complessivo di circa 220 milioni di euro.

«UniCredit e KRUK -riporta la nota dell’istituto- hanno anche raggiunto un accordo per la cessione di un ammontare fino a 250 milioni di euro di crediti in sofferenza derivanti da contratti di credito al consumo che si genereranno a partire dal primo trimestre 2021 fino alla fine dell’anno».

Secondo i rumor riportati dai giornali, l’Ad Orcel sarebbe scettico sull’ipotesi di acquisizione di Mps (+0,64%).

Borse Asia: Tokyo rimbalza

L’Hang Seng registra un -0,52%, il China A50 ha chiuso con un +0,78% e l’australiano S&P/ASX 200 ha evidenziato un +1,48%.

Rimbalzo per Tokyo che, dopo il selloff registrato nella prima seduta della settimana, ha visto il Nikkei salire del 3,12%.

Wall Street: indici in solido territorio positivo

La prima seduta della settimana del Dow Jones è terminata in aumento dell’1,76%, lo S&P500 ha chiuso con un +1,4% ed il Nasdaq con un +0,79%.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.