Borsa Italiana Oggi, 13 aprile 2022: Ftse Mib sopra la parità, banche in evidenza

Luca Fiore

13/04/2022

13/04/2022 - 18:01

condividi

Chiusura in lieve territorio positivo per la Borsa Italiana oggi, 13 aprile 2022. Sul fondo del Ftse Mib troviamo Campari e Nexi mentre tra le performance migliori ci sono diversi bancari e Telecom Italia. Nuovo segno più per il prezzo del petrolio. Rendimenti in deciso aumento nell’asta di Btp.

Borsa Italiana Oggi, 13 aprile 2022: Ftse Mib sopra la parità, banche in evidenza

Lieve segno più per la Borsa Italiana oggi: sul Ftse Mib spiccano, in negativo, le performance di Campari (-3,15%) e di Nexi (-2,68%).

Denaro invece su Telecom Italia (+3%). Secondo quanto riportato dai giornali in edicola, la francese Iliad punterebbe a rilevare la divisione Consumer di Tim.

Alla vigilia del meeting della Banca centrale europea, da cui ci si attende un focus sul balzo dei prezzi (funzionale anche ad una ripresa anti-inflazionistica dell’euro), riflettori sempre puntati sulla situazione in Ucraina, dove i negoziati hanno registrato uno stop.

In corrispondenza dello stop in Europa il future sul petrolio Brent segna un +2,14% a 106,9 dollari al barile mentre l’eurodollaro quota in rialzo dello 0,34% a 1,0863.

Borsa Italiana Oggi, aggiornamento ore 17:45: le banche spingono il Ftse Mib

La seduta del Ftse Mib si è chiusa a 24.722,16 punti, +0,22% rispetto al dato precedente.

Tra i bancari, Banco Bpm ha terminato con un +3,35%, Mediobanca ha segnato un +2,35%, UniCredit ha guadagnato l’1,45% ed Intesa Sanpaolo ha chiuso in sostanziale parità (+0,15%).

Aggiornamento ore 13: Ftse Mib debole, i risultati dell’asta di Btp

A metà seduta il Cac40 scende dello 0,4%, il Dax perde lo 0,8% ed il Ftse Mib lo 0,3%.

Incremento di poco inferiore al mezzo punto percentuale per Atlantia dopo i rumor su una possibile offerta da parte della famiglia Benetton e del fondo d’investimento Blackstone.

Lo spread Btp-Bund arretra dell’1,4% a 160 punti base dopo l’asta del Tesoro.

Questa mattina il Ministero dell’Economia ha messo sul mercato titoli a tre anni con un rendimento all’1,32%, il livello maggiore da fine 2018 (0,57% a metà marzo). Massimo invece da maggio 2019 per i Btp con scadenza 7 anni (dall’1,47 al 2,04%).

Nel caso dei Btp a 20 e 30 anni il rendimento si è rispettivamente attestato al 2,69% ed al 2,89%.

Future Wall Street in positivo

In attesa che, alle 15:30, inizino le contrattazioni a Wall Street, il future sul Dow Jones registra un +0,42%, quello sullo S&P500 avanza dello 0,44% ed il derivato sul Nasdaq sale dello 0,47%.

Aggiornamento ore 09:25: Ftse Mib in rosso di un quarto di punto percentuale

Lieve segno più in avvio per Ftse100 (+0,12%) e Cac40 (+0,2%) mentre il Dax arretra di mezzo punto percentuale ed il Ftse Mib perde lo 0,26% (24.603,86 punti).

Parità per Atlantia dopo i rumor su una possibile offerta da parte della famiglia Benetton e del fondo d’investimento Blackstone con un premio di circa il 30% rispetto al prezzo medio delle azioni negli ultimi sei mesi.

Lo spread Btp-Bund sale dell’1,75% a 165 punti base. Nel corso della mattina il Ministero dell’Economia offrirà fino a 8 miliardi di euro in cinque titoli tra cui il nuovo Btp a 3 anni e le riaperture del Btp a 7 e 30 anni.

Borse Asia: Tokyo in solido aumento

L’indice Hang Seng evidenzia un -0,14%, il China A50 ha chiuso con un -0,36% mentre l’australiano S&P/ASX 200 ha terminato con un +0,34%.

A Tokyo, il Nikkei ha guadagnato l’1,93% a 26.843,49 punti.

Wall Street: indici tutti chiudono deboli

La seduta del Dow Jones si è chiusa con -0,26%, lo S&P500 ha terminato con un -0,34% ed il Nasdaq ha segnato un -0,3%.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.