Bonus casa 2019, nuovo anno di sconti fiscali

Bonus casa 2019, ecco le agevolazioni fiscali previste per chi effettua lavori a partire dal 1° gennaio. Ristrutturazioni e lavori di risparmio energetico sono le categorie più premiate dal Fisco con sconti fino al 65% delle spese sostenute.

Bonus casa 2019, nuovo anno di sconti fiscali

Un anno ricco di bonus fiscali per chi effettua lavori in casa: anche il 2019 premia i contribuenti che sostengono spese per la ristrutturazione della propria abitazione, con agevolazioni maggiorate per i lavori di risparmio energetico e di riduzione del rischio sismico.

L’elenco dei bonus casa 2019 include una variegata categoria di detrazioni fiscali. Mobili, elettrodomestici e anche lavori su giardini e terrazzi rientrano tra le spese ammesse alle agevolazioni di cui sarà possibile beneficiare anche per gli interventi avviati dal 1° gennaio.

Dopo mesi di incertezza e dubbi sulla proroga dei bonus fiscali per la casa, la Legge di Bilancio 2019 ha rinnovato il pacchetto di agevolazioni che oltre ad incentivare i contribuenti che migliorano le condizioni abitative dei propri immobili, ha aiutato anche le imprese dell’edilizia a risollevarsi dalla crisi del settore.

Visto il forte interesse sui bonus per la casa, facciamo il punto sulle agevolazioni previste nel 2019 con un’infografica riepilogativa delle detrazioni in vigore.

Bonus casa 2019, nuovo anno di sconti fiscali

Chi avvia o conclude lavori a partire dal 1° gennaio 2019 potrà contare sui seguenti bonus fiscali:

  • bonus ristrutturazioni del 50% fino al limite di 96.000 euro di spesa: è forse la detrazione fiscale di maggior appeal che consente di detrarre dall’Irpef la metà dell’importo sostenuto per lavori di manutenzione ordinaria, manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia, effettuati su tutte le parti comuni degli edifici condominiali residenziali o sulle singole unità immobiliari residenziali.
    Nella detrazione del 50% rientrano una variegata categoria di spese, tra cui quelle sostenute per l’acquisto o la realizzazione di garage o box auto.
  • bonus mobili del 50% fino a 10.000 euro di spesa: spetta a chi ha sostenuto spese di ristrutturazione ammesse alla relativa detrazione. Lo sconto si applica per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), comprese le spese di trasporto o montaggio. Frigoriferi, lavatrici, letti, divani e poltrone sono alcuni esempi di spese per i quali è possibile accedere all’incentivo.
  • ecobonus, detrazione dal 50% al 65% per spese fino ad un massimo di 100.000 euro (limite differenziato in base al lavoro effettuato): anche nota come agevolazione per i lavori di risparmio energetico, è concessa quando si eseguono interventi che aumentano il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti.
    Lo sconto si applica secondo le due diverse percentuali per i lavori di sostituzione di pavimenti, finestre comprensive di infissi o ad esempio per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale.
    L’obiettivo dell’incentivo è quello di consentire ai contribuenti di avere case efficienti dal punto di vista energetico e la detrazione segue il duplice fine di contribuire alla riduzione dei consumi di energia e al rispetto dell’ambiente.
  • bonus giardini, detrazione del 36% fino a 5.000 euro per le spese sostenute per il rifacimento di giardini e terrazze. L’agevolazione si rivolge a chi intende effettuare lavori di realizzazione, ristrutturazione o manutenzione ordinaria in aree verdi di edifici singoli o condominiali.
  • sismabonus, detrazione dal 50% e fino all’85% per le spese sostenute dal 1º gennaio 2017 al 31 dicembre 2021 per il miglioramento della classe di rischio sismico degli immobili. Il limite di spesa è pari a 96.000 euro per unità immobiliare e l’importo dello sconto aumenta in base al miglioramento della classe di rischio conseguita a seguito dei lavori (del 70% o dell’80% se la riduzione è di 1 o 2 classi, dell’80 o dell’85% se si tratta di condomini).

I bonus casa 2019 non si fermano qui: anche chi vuole comprare casa può beneficiare di specifiche agevolazioni, che vanno dalla riduzione delle imposte dovute fino agli aiuti statali per la richiesta del mutuo.

La redazione di Money.it ha racchiuso l’elenco dei principali bonus per la casa nell’infografica che si allega di seguito

Per una guida completa ai bonus previsti si consiglia inoltre di consultare l’articolo dedicato.

Inserisci questa INFOGRAFICA nel tuo sito

Copia il codice qui sotto e incollalo sul tuo sito o sul tuo blog.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Detrazioni fiscali

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.