Bar Refaeli, evasione fiscale per 10 milioni: condannata ai servizi sociali

Isabella Policarpio

21 Luglio 2020 - 15:34

condividi
Facebook
twitter whatsapp

La modella israeliana ha confessato l’evasione fiscale ed è stata condannata a 9 mesi di lavori socialmente utili; dovrà versare al Fisco oltre 2 milioni di dollari tra tasse arretrate e sanzioni. Così si apprende dal tribunale di Tel Aviv.

 Bar Refaeli, evasione fiscale per 10 milioni: condannata ai servizi sociali

Anche la bellissima Bar Refaeli, top model di fama internazionale, è caduta nei reati fiscali: ha eluso il Fisco e omesso il versamento delle tasse per 10 milioni di dollari.

La modella convocata in tribunale ha confessato i fatti e ha patteggiato una condanna a 9 mesi di servizi sociali a cui si aggiunge la multa di 730 mila dollari e il versamento delle tasse arretrate per un totale di 2,3 milioni di dollari.

Nel mirino delle accuse c’è anche la madre della modella; per lei il tribunale israeliano ha stabilito la detenzione in carcere per 16 mesi.

La notizia ha sconvolto i fans di tutto il mondo: da anni Bar Refaeli è impegnata in numerose battaglie sociali nonché volontaria in diverse organizzazioni umanitarie a sostegno di bambini malati e contro il maltrattamento degli animali. Un duro colpo alle sue tasche ma soprattutto alla sua immagine: Bar Rafaeli infatti è una delle testimonial pubblicitarie più richieste e più pagate al mondo.

Bar Refaeli, truffa ai danni del Fisco: scatta la sentenza di condanna

Grazie ad una schiera di avvocati Bar Refaeli, accusata e rea confessa di evasione fiscale in collaborazione con la famiglia, non andrà in carcere ma dovrà prestare servizio per 9 mesi nei lavori socialmente utili. La top model ha eluso circa 10 milioni di dollari di tasse allo Stato di Israele negli anni tra il 2009 e il 2012, ma ha dichiarato davanti ai giudici che non si è trattato di una evasione premeditata e intenzionale, dato che nell’arco di tempo in questione la sua vita e quella dei suoi familiari si è svolta principalmente all’Estero.

L’ammissione in tribunale e la collaborazione alle indagini ha permesso alla super modella di commutare la pena detentiva con i servizi sociali; esito diverso per la madre Tzipi che invece dovrà scontare 1 anno e 4 mesi in carcere. Entrambe dovranno versare al Fisco di Israele una multa di 2,5 milioni di shekel (che e equivalgono a 730 mila dollari americani).

Madre e figlia hanno sottoscritto il patteggiamento ma manca ancora la ratifica definitiva della sentenza, attesa l’8 settembre 2020.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories