Bando Al Via Lombardia: come aderire al contributo a fondo perduto

Regione Lombardia ha messo a disposizione ulteriori €25 milioni a sostegno del bando Al Via. L’agevolazione sostiene con un contributo a fondo perduto gli investimenti produttivi.

Bando Al Via Lombardia: come aderire al contributo a fondo perduto

Aumenta la dotazione del bando di Regione Lombardia Al Via (Agevolazioni Lombarde per la Valorizzazione degli Investimenti Aziendali). L’obiettivo è quello di incentivare gli investimenti strategici delle PMI, come ad esempio l’acquisto di macchinari ed immobili, interventi di riconversione e rilancio delle aree produttive. Per queste attività il bando di Regione Lombardia prevede l’erogazione di un finanziamento garantito e di un contributo a fondo perduto variabile.

L’incentivo di punta di Regione Lombardia è stato potenziato con ulteriori 25 milioni di euro. Le risorse previste si suddividono come segue: 5,1 milioni di euro in contributi a fondo perduto, 19,9 milioni di euro a valere sul Fondo di Garanzia collegato al bando.

Vediamo come partecipare al bando Al Via e quali sono le attività ammissibili sostenute dall’agevolazione.

Scopri se puoi accedere al bando Al Via

Al Via: come funziona l’agevolazione e chi può aderire

L’agevolazione è composta da tre diverse assistenze:

  1. un finanziamento a medio lungo termine, compreso tra €50.000 e €2.850.000, emesso da Finlombarda e da altri istituti di credito convenzionati;
  2. un contributo a fondo perduto variabile tra il 5% e il 15% dell’intero investimento produttivo a seconda del regime di aiuto selezionato;
  3. una garanzia regionale gratuita che assiste il finanziamento erogato pari al 70%.

Possono aderire alla misura di finanza agevolata le PMI lombarde, regolarmente iscritte al Registro delle Imprese, operanti in uno dei seguenti settori: manifatturiero, costruzioni, trasporti, servizi alle imprese e agro-meccanico. Inoltre è necessario che le PMI siano attive almeno da 24 mesi.

Le linee di intervento del bando Al Via

Gli investimenti ammissibili si suddividono in due diverse categorie a seconda dell’idea progettuale che si intende agevolare e della sua dimensione. Per entrambe le linee l’investimento minimo si attesta a €53.000.

La «Linea Sviluppo Aziendale» prevede un importo massimo complessivo erogabile (finanziamento garantito e contributo a fondo perduto) di €2.000.000 in caso di presentazione del progetto in “regime de minimis” e €3.000.000 € nel caso in cui si opti per il regime di esenzione.

Rientrano nelle attività agevolabili l’acquisto di:

  • macchinari, impianti e attrezzature;
  • sistemi gestionali integrati (hardware e software);
  • marchi e brevetti;
  • opere murarie e di bonifica (fino al 20% del budget totale dell’investimento).

La «Linea Rilancio Aree Produttive» prevede il medesimo contributo della linea precedente in caso di presentazione in regime “de minimis”: pari a €2.000.000. Sale invece a €6.000.000 il sostegno finanziario in caso di presentazione in regime di esenzione.

A differenza della linea sviluppo aziendale, la linea rilancio aree produttive prevede come attività ammissibile anche l’acquisto di immobili destinati all’esercizio d’impresa, con l’obiettivo di riqualificare o riconvertire aree produttive dismesse.

Come aderire al bando Al Via

Per aderire al bando occorre presentare una domanda presso il portale di Regione Lombardia.

La documentazione necessaria è reperibile presso lo spazio dedicato del sito di Finlombarda.

Scopri se puoi accedere al bando Al Via

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories