Azioni FCA, emissioni truccate: la vendetta della Germania

Antonio Atte

02/09/2016

02/09/2016 - 09:39

condividi

La Germania torna a puntare il dito contro FCA per la questione delle emissioni irregolari. Intanto il Lingotto si gode i dati positivi sulle immatricolazioni di agosto.

Azioni FCA: la vendetta della Germania sulle emissioni - Dopo le strette di mano e i sorrisi tra Angela Merkel, Sergio Marchionne e John Elkann in quel di Maranello, la Germania torna a puntare il dito contro FCA sulla questione delle emissioni irregolari.

Il ministero dei Trasporti di Berlino ha infatti chiesto alla Commissione Europea di intervenire contro l’utilizzo di presunti dispositivi illegali per la manipolazione delle emissioni dei gas di scarico da parte di alcuni veicoli prodotti da FCA: le automobili “incriminate” sono Fiat 500 X, Jeep Renegade e Fiat Doblò.

In sostanza, come spiega la rivista WirtschaftsWoche, secondo il ministero, i sistemi di filtro delle emissioni inquinanti impiegati da FCA si spegnerebbero dopo soli 22 minuti, consentendo così alla vettura di superare i test sulle emissioni.

Intanto a Piazza Affari le azioni FCA guadagnano lo 0,41% dopo aver ceduto il 2,74% al termine della seduta di ieri.

Germania contro FCA: le accuse della scorsa primavera

Non è la prima volta che la Germania accusa la casa automobilistica italiana di barare sulle emissioni, a un anno di distanza dallo scandalo dieselgate che ha coinvolto la tedesca Volkswagen.

Già la scorsa primavera la KBA (la motorizzazione civile tedesca, ndr) aveva messo nel mirino gli impianti delle tre vetture FCA. A maggio, in seguito a questi test, il ministro dei trasporti Alexander Dobrindt aveva convocato FCA (e altre case costruttrici, comprese le tedesche) per alcuni chiarimenti. FCA, affermando di non essere tenuta ad affrontare la questione con le autorità tedesche, aveva però disertato l’incontro.

Decisione appoggiata dal ministro dei trasporti italiano, Graziano Delrio: “Solo i dispositivi montati sui modelli Volkswagen si sono rivelati ‘ingannevoli’, i nostri risultati sono in linea con quelli di altri Paesi”, era stata la spiegazione di Delrio.

FCA: consegne aumentate del 24,1% ad agosto

FCA nel frattempo si gode comunque i dati positivi sulle immatricolazioni di agosto.

Lo scorso mese, le autovetture FCA immatricolate in Italia sono state pari a 20.697 unità. Il Lingotto ha visto aumentare le consegne del 24,1%, mettendo a segno un altro risultato superiore alla media del mercato: l’incremento maggiore riguarda Jeep (+56,7%), seguita da Fiat (+26,09%) e Alfa Romeo (+26,07%), mentre Lancia perde l’1,90%.

Molto distanziate le concorrenti Volkswagen e Ford, che ad agosto hanno consegnato rispettivamente 5.287 e 4.889 nuove vetture.

La performance positiva di FCA si inserisce nel contesto di una generale ripresa del mercato automobilistico italiano, che torna in doppia cifra dopo la frenata di luglio. Le immatricolazioni sono aumentate del 20,12%: nel dettaglio, le autovetture consegnate lo scorso mese ammontano a 71.576 unità e - stando alle previsioni degli esperti - entro la fine del 2016 potrebbero superare gli 1,8 milioni.

Argomenti

# Fca

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.