Agenda macro 12 novembre 2018: Italia, asta di BOT e produzione industriale

Giornata scarna di dati significativi per gli operatori dei mercati finanziari. L’unico dato degno di nota verrà rilasciato per il Belpaese in mattinata, un’ora prima dell’asta di BOT del MEF

Agenda macro 12 novembre 2018: Italia, asta di BOT e produzione industriale

L’agenda macro di oggi è scarna di dati significativi per gli operatori dei mercati finanziari. In mattinata verrà rilasciato l’unico dato degno di nota per il Belpaese, successivamente focus sulle aste di titoli governativi per Italia e Germania.

Per quanto riguarda il dato sulla produzione industriale italiana, gli analisti censiti da Bloomberg si aspettano un dato molto in contrazione rispetto il dato della precedente rilevazione di agosto, che si era attestato a 1,7062 punti sorprendendo le stime degli analisti.

Il consensus, infatti, si aspettava un dato ben minore, a ridosso dei valori massimi segnati nel corso dell’anno, in particolare nelle rilevazioni di maggio e febbraio.

Per la misurazione relativa al mese di settembre gli analisti si aspettano un dato a -0,50 punti, anche a seguito del pessimo dato sull’attività manifatturiera di ottobre elaborato da IHS Markit, dove si è evidenziato un dato al di sotto della soglia di guardia dei 50 punti, segnando inoltre un valore minimo da tre anni e mezzo.

Situazione opposta per il dato annuale dove il consensus stima una crescita a settembre allo 0,5% contro il dato precedente pari a -0,8%. Gli analisti censiti da Bloomberg si aspettano quindi una prosecuzione della crescita dopo il primo segnale positivo della rilevazione di agosto che oltre a mostrarsi come primo dato in rialzo da maggio, ha battuto il consensus per la prima volta da aprile, registrando un dato effettivo 0,8322% (stima a -1,50%).


Produzione industriale italiana (YoY WDA). Fonte: Bloomberg

Fronte titoli di stato si attende alle ore 11:00 l’asta di BOT annuali (scadenza novembre 2019) per un ammontare previsto di 5,5 miliardi di euro, mentre in Germania l’emissione di titoli governativi con scadenza aprile 2019, per un ammontare complessivo di 2 miliardi di euro.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Punto macro

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories