Titoli di Stato Germania: Bund e non solo. Tutti i nomi delle diverse scadenze

Grazie alla risonanza avuta negli ultimi anni dallo spread con il BTP, quando si parla di titoli di Stato tedeschi si pensa in genere al Bund. Nella realtà, come accade per i titoli italiani, a seconda della scadenza le obbligazioni governative tedesche cambiano di nome. L’Ufficio Studi di Money.it ha così voluto fare un veloce vademecum utile ad approfondire il mondo dei titoli di Stato

Titoli di Stato Germania: Bund e non solo. Tutti i nomi delle diverse scadenze

In tempi di crisi e di aumento della volatilità, come si sta assistendo in queste settimane per la crisi della valuta turca, si sente spesso parlare di spread. Nella fattispecie gli operatori considerano come “termometro di crisi” lo spread BTP-Bund, usando come titoli di Stato per misurare la differenza di rendimento le scadenze a 10 anni. Anche per questo motivo nell’immaginario collettivo quando si parla di titoli di Stato tedeschi si pensa immediatamente al Bund.

Vi sono tuttavia molti altri nomi per i vari titoli di Stato teutonici, a seconda delle caratteristiche e della scadenza fissate in fase di emissione. Un po’ come accade per le obbligazioni governative, che si dividono in BOT, CTz, CCT. CCTeu, BTP, BTPi e BTP Italia. Per correttezza, quando si misura il sentiment degli investitori verso un Paese andrebbe valutato lo spread tra i titoli di Stato di pari durata lungo tutta la curva dei rendimenti, da quella a breve a quella a lungo

Germania: i nomi dei titoli di Stato dal breve al lungo periodo

I BuBill sono i corrispondenti tedeschi dei nostri BoT. Come i nostri Buoni Ordinari del Tesoro, hanno scadenze estremamente brevi. In fase di emissione possono avere scadenze a 3,6 e 12 mesi. La categoria successiva è rappresentata dallo Schatz, quelli con la scadenza più corta tra i titoli federali quotati in Borsa. Con questo strumento, a tasso fisso, cedole annuali, scadenza a 2 anni e rimborso al valore nominale, inizia la prima differenza rispetto alla soluzione italiana. In Italia tutti i titoli di Stato a cedola fissa con scadenze da 2 a 30 anni si chiamano BTP, in Germania il nome cambia a seconda della vita residua del bond al momento dell’emissione.

Nella parte intermedia della curva troviamo invece le Bundesobligation, normalmente chiamate Bobl. Queste obbligazioni federali hanno una scadenza a 5 anni, un tasso fisso, il pagamento della cedola su base annuale e il rimborso del valore nominale. Sul mercato dei capitali sono le rivali dei nostri BTP a 5 anni e possono essere acquistati sia in ottica di investimento che tradati tramite il Future del circuito Eurex.

Guardando infine alla parte lunga della curva, ecco che si entra nel mondo del Bund, termine comune delle Bundesanleihen tedesche. Il più noto è quello con scadenza a 10 anni. Non va tuttavia dimenticato come negli ultimi anni la Germania abbia esteso la durata delle proprie emissioni, con Bund che possono spingere la propria scadenza fino ai 30 anni.

Tra le novità di questi anni vi sono infine i titoli di Stato legati all’inflazione, come i nostri BTPi e BTP Italia. I titoli di Stato tedeschi legati al costo della vita hanno una durata che varia tra i 5, 10 e 30 anni. Oltre a remunerare i risparmiatori con un tasso fissato in fase di emissione, questi strumenti offrono un extra-rendimento legato all’inflazione che consente di mitigare la perdita del potere d’acquisto del denaro dovuta all’inflazione. I nomi di questi titolo di Stato sono BUNDei 5, BUNDei 10 e BUNDei 30, ove il numero indica gli anni della durata del bond in fase di emissione.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Titoli di Stato

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.