Risarcimento

Il risarcimento è lo strumento con il quale una persona viene rimborsata, o reintegrata, per aver subito un danno ingiusto.

Nel nostro ordinamento, infatti, vige il principio per il quale ogni persona deve comportarsi nella maniera tale da non ledere la posizione altrui. Qualora il proprio comportamento, sia colposo che volontario, rechi un danno ingiusto (cioè se non c’è una norma che autorizza o impone quel determinato comportamento) è obbligato ad un risarcimento del danno stesso alla persona che lo ha subito.

Per le informazioni sulle varie tipologie di risarcimento del danno e per tutte le differenze vi consigliamo di leggere la nostra guida dedicata.

Risarcimento, ultimi articoli su Money.it

Commenti offensivi e insulti sui Social: reati e pene previsti

Isabella Policarpio

10 Maggio 2021 - 16:59

Commenti offensivi e insulti sui Social: reati e pene previsti

Scrivere un post o commentare foto e video con frasi offensive può costare caro: tra i reati commessi ci sono diffamazione e cyberbullismo. Ecco cosa si rischia ad insultare su Facebook, Instagram e altri Social network.

Neve e ghiaccio in strada: chi paga i danni in caso di incidente?

Isabella Policarpio

28 Dicembre 2020 - 16:59

Neve e ghiaccio in strada: chi paga i danni in caso di incidente?

Per gli incidenti provocati da ghiaccio e neve, l’automobilista può chiedere il risarcimento al comune o alla società Autostrade se dimostra la responsabilità dell’ente. Ecco chi e quando deve pagare i danni.

A che età si può fare un tatuaggio? 14, 16 o 18 anni?

Isabella Policarpio

22 Settembre 2020 - 15:14

A che età si può fare un tatuaggio? 14, 16 o 18 anni?

La legge prevede rigide regole per i tatuaggi, specialmente se a volersi tatuare sono ragazzi minorenni. Ecco a che età si può fare e quando, invece, serve il consenso dei genitori.

Danno estetico, quando è risarcibile?

Isabella Policarpio

11 Settembre 2020 - 16:49

Danno estetico, quando è risarcibile?

Anche il danno estetico causato da un intervento o un incidente può essere risarcito. Serve però provare in giudizio l’entità del danno e la sofferenza psicofisica subita. Ecco cosa fare.