Lavoro autonomo

Il lavoro autonomo è la prestazione lavorativa svolta da lavoratori titolari di partita Iva.
Secondo quanto stabilito dall’articolo 2222 del Codice Civile il lavoro autonomo non presuppone un vincolo di subordinazione tra lavoratore e datore di lavoro.

Il lavoratore che svolge la propria attività in forma autonoma si impegna a svolgere una prestazione d’opera o di servizio, senza vincoli di subordinazione e pertanto non è normalmente soggetto a particolari vincoli su orario di lavoro, sede e modalità di svolgimento del lavoro.

Caratteristiche dei rapporti di lavoro autonomo sono il raggiungimento di un risultato e l’erogazione di un compenso da parte del datore di lavoro determinato in funzione dell’opera eseguita o del servizio reso.

Lavoro autonomo, ultimi articoli su Money.it

Riforma fiscale partite IVA: ecco perché serve la riduzione IRPEF

Pubblicato il 28 gennaio 2020 alle 13:49

Partite IVA, è necessaria una riforma fiscale che porti alla riduzione IRPEF non solo per i dipendenti. Nel 2018, infatti, gli autonomi hanno pagato più IRPEF di dipendenti e pensionati. Tutti i dati dello studio della CGIA pubblicato il 25 gennaio.

Lavoro autonomo: zero tutele per i professionisti

Pubblicato il 17 gennaio 2020 alle 13:30

Il Jobs Act del lavoro autonomo riservato alle partite Iva entrato in vigore nel 2017 prevedeva delle deleghe oggi scadute: i professionisti restano senza tutele fondamentali. Vediamo quali sono.

TARI 2020: gli studi professionali pagheranno di meno

Pubblicato il 15 gennaio 2020 alle 13:34

Grazie a una novità contenuta nel Decreto Fiscale, la TARI 2020 sarà più bassa per gli studi professionali, poiché il coefficiente per calcolare la loro tariffa va equiparato a quello di banche e istituti di credito.

Quanto guadagna un addetto alle pulizie? Lo stipendio

Pubblicato il 5 gennaio 2020 alle 15:19

L’addetto alle pulizie può essere dipendente o libero professionista, ma quanto guadagna? La retribuzione dipende dal tipo di contratto e dall’esperienza. Vediamo a quanto ammonta lo stipendio.

Partite IVA: ISA e forfettari nel mirino dell’Agenzia delle Entrate dal 2020

Pubblicato il 12 dicembre 2019 alle 16:57

Nel 2020 nel mirino del Fisco ci saranno soprattutto partite IVA, sia i forfettari che gli autonomi in regime ordinario. L’Agenzia delle Entrate userà i dati degli ISA e dei conti correnti per procedere con i controlli. Inoltre, ai Comuni vengono dati incentivi per segnalare i casi di evasione fiscale.

|