Dow Jones Industrial: il 62% dei casi l’ottava settimana di rialzi è fatale all’indice

Approfittiamo della pausa di Wall Street per l’elaborazione e l’analisi dei dati storici sul mercato azionario americano. Dal 1900 ad oggi, l’ottava settimana consecutiva di rialzi è stata fatale all’indice industriale per antonomasia

Dow Jones Industrial: il 62% dei casi l'ottava settimana di rialzi è fatale all'indice

Venerdì si è archiviata l’ottava settimana positiva per il Dow Jones Industrial.

Storico alla mano, quello in essere è l’impulso rialzista più esteso degli ultimi 21 anni, secondo solamente a quello iniziato a ottobre 2002, quando sempre in 8 settimane l’indice ha guadagnato il 24,35% di valore.

Ad oggi, il recupero del principale listino industriale a stelle e strisce messo in piedi dai minimi del 26 dicembre si è fermato al 19 per cento. Dal punto di vista tecnico i compratori non si sono fatti troppi problemi a rompere diverse resistenze di rilievo, come ad esempio quella psicologica dei 25.000 punti.

Vediamo se dal punto di vista statistico il «rally di inizio anno» ha chance di proseguire oppure è destinato ad una fisiologica pausa di assestamento.

Per comprendere meglio la probabilità di trovare 8 barre weekly positive consecutive, siamo andati ad analizzare lo storico del Dow Jones dal 1900 a venerdì 15 febbraio scorso, per un totale di circa 6.200 candele processate. Vediamo i risultati.

Analisi statistica DJ Industrial


Elaborazione Ufficio Studi di Money.it

In 119 anni di storia, ci sono stati 34 casi come questo, corrispondenti allo 0,55% del totale. Di queste, per 13 volte si è assistito ad una continuazione del movimento, per una percentuale pari allo 0,21% del totale.

Ciò significa che ad oggi c’è oltre il 61,76% di probabilità che questa settimana la la serie positiva venga interrotta.

Le alte probabilità di una correzione sono confermate anche graficamente, con i prezzi molto vicini alla coriacea resistenza a 26.000 punti.

Partendo dal presupposto che durante questa ottava il lato short sia il favorito dalle probabilità, si potrebbero valutare entrate su segnali grafici a ridosso del livello statico citato prima, che potrebbe condensare a se numerosi ordini di offerta. Queste indicazioni andrebbero ricercate sui time frames minori.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Wall Street

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.