USA, cyber attacco al Dipartimento del Tesoro

Mario D’Angelo

14 Dicembre 2020 - 00:00

14 Dicembre 2020 - 00:03

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Hacker russi avrebbero monitorato «per mesi» le mail delle agenzie USA

USA, cyber attacco al Dipartimento del Tesoro

Cyber attacco di enorme entità al Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti e ad una sezione del Dipartimento del Commercio. La notizia, rilanciata in queste ore da diversi media, è stata confermata dalla Casa Bianca. A quanto pare nell’operazione di hacking sarebbe coinvolto un Governo straniero.

Cyber attacco al Governo USA

Il Governo degli Stati Uniti è al corrente di queste notizie”, ha detto l’amministrazione Trump in riferimento al report inizialmente pubblicato da Reuters. “Stiamo intraprendendo tutti i passi necessari a identificare e rimediare ogni conseguenza di questa situazione”, ha dichiarato un portavoce della Consiglio di Sicurezza Nazionale.

Secondo l’agenzia di stampa Reuters, gli hacker hanno colpito il Dipartimento del Tesoro e la sezione del Dipartimento del Commercio che gestisce internet e le telecomunicazioni. Nello specifico, l’obiettivo è stato il pacchetto office Microsoft Office 365 dell’organizzazione. Gli hacker avrebbero inoltre monitorato “per mesi” il flusso interno di email.

Nell’intelligence statunitense c’è preoccupazione che gli hacker abbiano usato lo stesso metodo per colpire anche altre agenzie.

USA, chi c’è dietro il cyber attacco?

Il Dipartimento del Commercio ha confermato la notizia: “Abbiamo chiesto all’Agenzia per la cybersicurezza e all’FBI di investigare, e non possiamo aggiungere altro”.

Gli hacker, descritti come “altamente sofisticati”, sarebbero stati in grado di ingannare i controlli di autenticazione della piattaforma Microsoft. La società non ha rilasciato dichiarazioni.

Secondo alcune persone informate si sospetta che dietro l’attacco ci sia la Russia.

È una storia che riguarda molto di più di una singola agenzia”, ha detto una fonte anonima a Reuters. “È un’enorme campagna di cyber spionaggio mirata al governo USA e ai suoi interessi”, ha aggiunto.

La notizia arriva a un mese dal licenziamento del capo della cybersecurity nazionale, Christopher Krebs, da parte di Trump.

Krebs era entrato in collisione con il presidente quando aveva detto che nessuna prova era stata trovata circa ingerenze straniere nelle elezioni che hanno portato alla vittoria di Joe Biden.

Argomenti

# Russia

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories