Superbonus 110% e visto di conformità: dai commercialisti la check-list dei controlli

Superbonus 110%, visto di conformità per ecobonus e sismabonus: da FNC e Consiglio Nazionale arriva la check list dei controlli per i commercialisti.

Superbonus 110% e visto di conformità: dai commercialisti la check-list dei controlli

Superbonus 110%, regole e controlli prima dell’apposizione del visto di conformità: arriva la check-list delle verifiche per i commercialisti.

I dettagli arrivano dalla Fondazione e dal Consiglio Nazionale dei Commercialisti, con il documento relativo al visto di conformità per l’ecobonus e il sismabonus del 110%. Si tratta di un elenco dettagliato dei controlli che il professionista dovrà effettuare prima di apporre il visto di conformità, necessario per l’accesso alla cessione del credito e dello sconto in fattura.

A rilasciare il visto di conformità ai fini del superbonus del 110% sono esclusivamente commercialisti, consulenti del lavoro e professionisti abilitati alla trasmissione telematica delle dichiarazioni.

Superbonus 110% e visto di conformità: dai commercialisti la check-list dei controlli

Dai dati relativi al soggetto beneficiario, fino all’importo complessivo dei lavori e all’ammontare dei crediti d’imposta che si intende cedere, la check-list sul superbonus del 110% rappresenta una bussola indispensabile per commercialisti ed altri professionisti chiamati ad apporre il visto di conformità.

Il decreto Rilancio prevede, ai fini dell’accesso alla cessione del credito e lo sconto in fattura, che il professionista visti la pratica da trasmettere all’Agenzia delle Entrate. Il visto di conformità del commercialista diventa quindi fondamentale per poter sfruttare tutti i vantaggi dell’ecobonus e del sismabonus del 110%.

Il visto da parte del professionista sarà necessario esclusivamente ai fini del superbonus, e non per gli altri bonus casa cedibili. Per l’agevolazione del 110%, l’apposizione del visto di conformità è presupposto fondamentale per la trasmissione della comunicazione di esercizio dell’opzione relativa alla cessione del credito e lo sconto in fattura.

Le indicazioni pubblicate dalla FNC e dal CNDCEC aiutano a districarsi nella complessa normativa alla base della maxi-detrazione introdotta dal decreto Rilancio.

Superbonus 110%, check list dei controlli per il visto di conformità
Scarica il documento di FNC e CNDCEC per l’ecobonus ed il sismabonus del 110%

Controlli per il visto di conformità, dai lavori alle abilitazioni: cosa serve per il superbonus 110%

Quali sono gli elementi da valutare prima di apporre il visto di conformità per la cessione del superbonus 110%?

Innanzitutto quelli relativi al soggetto beneficiario, se si tratta di un condominio, di una persona fisica, di IACP o di cooperative, ASD, SSD, APS o ONLUS.

Si passa poi ai dati relativi all’immobile oggetto degli interventi ammessi al superbonus 110%, tra cui le ricevute di pagamento dell’IMU e della TASI.

Focus particolare poi alle autocertificazioni ed alle abilitazioni amministrative necessarie per l’avvio dei lavori. I controlli per il visto di conformità richiedono poi un’attenzione particolareggiata alla tipologia di lavoro effettuato, considerando i limiti di spesa, anche alla luce dei requisiti fissati dal nuovo decreto del MISE.

Nel caso di cessione del credito per SAL, al commercialista viene richiesto di controllare:

  • Asseverazioni e attestazioni intermedie (SAL)
  • Asseverazione dei requisiti tecnici e attestazione della congruità delle spese sostenute con ricevuta di trasmissione all’Enea
  • Polizza RC del tecnico sottoscrittore dell’asseverazione e dell’attestazione di cui al punto precedente
  • Autocertificazione attestante che lo Stato di Avanzamento dei Lavori si riferisce ad almeno il 30% dell’intervento previsto e che per lo stesso intervento non è stato superato il limite di due SAL
  • Copia/e della/e ricevuta/e di trasmissione della/e Comunicazione/i di opzione di cessione/sconto all’Agenzia delle entrate riguardante/i precedenti SAL (se presenti) Attestato di prestazione energetica (APE) ante intervento
  • Consenso alla cessione del credito o sconto in fattura da parte del cessionario/fornitore.

Per quel che riguarda le asseverazioni ed attestazioni finali, sarà necessario controllare i documenti relativi all’APE ante e post lavori, così come a titolo esemplificativo l’asseverazione rilasciata dall’ENEA per i requisiti tecnici.

Alleghiamo di seguito la check list completa dei commercialisti relativa sia all’ecobonus che al sismabonus del 110%.

Check list ecobonus 110%
Tutti i controlli per il visto di conformità
Check list sismabonus 110%
Scarica la lista completa dei controlli per il visto di conformità

Iscriviti alla newsletter

Money Stories