Sondaggi politici: giù la Lega, bene 5 Stelle e La Sinistra

Sondaggio politico Swg del 18 novembre: in calo Renzi e Salvini così come il Partito Democratico, torna a crescere invece il Movimento 5 Stelle al pari di Forza Italia e le altre forze politiche di centrosinistra.

Sondaggi politici: giù la Lega, bene 5 Stelle e La Sinistra

In una settimana dove è stata l’acqua alta a Venezia e tutte le polemiche relative al Mose a tenere banco, i sondaggi politici sembrerebbero punire la Lega che in Veneto governa da oltre vent’anni.

La rilevazione effettuata da Swg per conto del Tg la7 e diramata in data 18 novembre indica infatti il Carroccio in calo, così come il Partito Democratico e Italia Viva di Matteo Renzi che ancora sembrerebbe non riuscire a emergere.

Segno positivo invece per il Movimento 5 Stelle e Forza Italia, con entrambi i partiti che così andrebbero a invertire quel trend negativo che nelle scorse settimane li aveva fatti precipitare nei sondaggi.

I raduni organizzati dal Movimento delle Sardine in Emilia Romagna dove si voterà per le elezioni regionali a gennaio sembrerebbero ridare spinta a La Sinistra, con anche i Verdi dati in crescita visto che la questione relativa a Venezia ha posto di nuovo l’attenzione sulle problematiche legate al cambiamento climatico.

Sondaggi politici: in ripresa i 5 Stelle

Sembrerebbe fermarsi la corsa della Lega, con l’ultimo sondaggio politico realizzato da Swg che attesta il Carroccio con un marcato segno negativo anche se Matteo Salvini può sempre guardare tutti dall’alto al basso e con un vantaggio quasi abissale rispetto al Partito Democratico.

Anche i dem alle prese con l’ennesima ristrutturazione interna sono dati in calo al paio di Italia Viva, che nonostante la campagna acquisti in tutta Italia e l’attivismo di Matteo Renzi parrebbe ancora lontana da quella doppia cifra indicata dall’ex premier come minimo sindacale.

Nel centrodestra torna a sorridere Silvio Berlusconi anche se la sua Forza Italia rimane staccata rispetto a Fratelli d’Italia, con il partito di Giorgia Meloni stabile e sempre più seconda forza politica della coalizione.

Chi sembrerebbe aver invertito l’andazzo negativo delle ultime settimane è il Movimento 5 Stelle, alle prese ora con la grana delle elezioni regionali con i pentastellati che pur di non ripetere l’alleanza con il PD potrebbe anche decidere di non presentarsi in alcune Regioni.

Tra i partiti in bilico sulla soglia di sbarramento che alle politiche è del 3% cresce La Sinistra, che secondo il sondaggio sarebbe oltre la soglia. Passi avanti anche per i Verdi e +Europa, ma per questi due partiti in caso di voto sarà fondamentale stringere dei patti per non rischiare di rimanere fuori.

Considerando anche Cambiamo! del governatore ligure Giovanni Toti, nel complesso la coalizione di centrodestra sarebbe al 51% e quindi oltre l’asticella della maggioranza assoluta e di conseguenza vittoriosa con qualsiasi legge elettorale.

Le attuali forze di governo invece in totale sarebbero al 42,8%, con la soluzione di un centrosinistra allargato al Movimento 5 Stelle e magari anche ai Verdi che potrebbe essere l’unica soluzione per cercare di contrastare un Matteo Salvini che comunque, presto o tardi, sembrerebbe essere destinato ad approdare a Palazzo Chigi.

Iscriviti alla newsletter Notizie e Approfondimenti per ricevere le news su Sondaggi politici

Condividi questo post:

1 commento

foto profilo

Paolo • 3 settimane fa

Non è il centrodestra a vincere, ma la Sinistra a perdere, che non rappresenta più la popolazione essendosi messa al servizio della finanza speculativa, completamente impazzita nel suo delirio immigrazionista e nel suo tentativo di sostituire l´elettorato con gli afro-musulmani e cercare di eliminare gli avversari con accuse e sentenze costruite ad hoc.

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \