Tutti i simboli delle elezioni europee 2019: dai Pirati al Sacro Romano Impero Cattolico

Sono scaduti i termini per la presentazione dei simboli per le elezioni europee: oltre a quelli tradizionali, non sono mancati anche quelli riconducibili a partiti e movimenti meno conosciuti e più particolari.

Tutti i simboli delle elezioni europee 2019: dai Pirati al Sacro Romano Impero Cattolico

Sono scaduti alle ore 16 di lunedì 8 aprile, in maniera perentoria, i termini per il deposito dei simboli da parte dei partiti e dei gruppi politici che intendono partecipare alle prossime elezioni europee.

Si tratta del primo atto ufficiale nella road map di avvicinamento al voto comunitario di fine maggio, con il prossimo step che sarà quello della presentazione delle liste dei candidati nei giorni di martedì 16 aprile e di mercoledì 17 aprile.

Come sempre, oltre ai contrassegni dei partiti più noti e quelli studiati ad hoc per venire incontro alle nuove alleanze, sono stati presentati simboli di movimenti meno mainstream: tra nostalgici falce e martello e scudo crociato, nella bacheca del Viminale sono comparsi anche il Partito Internettiano e il Sacro Romano Impero Cattolico.

Tutti i simboli delle elezioni europee

Il deposito dei simboli è stato il primo passo ufficiale verso le elezioni europee di fine maggio. Soltanto chi ha espletato questa formalità, potrà infatti a metà mese presentare le proprie liste dei candidati ed essere presente ai seggi.

Stando alla legge elettorale delle europee, non sono previste coalizioni ma più partiti possono decidere di presentarsi insieme in un’unica lista, unendosi sotto le insegne di uno stesso simbolo.

Ecco dunque spuntare fuori La Sinistra, lista che per queste elezioni andrà a unire Sinistra Italiana, Rifondazione e altri movimenti riconducibili a quell’area. Anche CasaPound ha deciso di far fronte comune con La Destra Unita.


La Sinistra

CasaPound

Insieme anche +Europa e Italia in Comune, mentre tutti gli altri principali partiti del paese correranno con una propria lista con il Partito Democratico che, dopo le tante discussioni, nel suo simbolo reca sia il riferimento a Siamo Europei di Calenda che il logo del PSE.


Partito Democratico

+Europa-Italia In Comune

Nel centrodestra Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia correranno con tre liste differenti, con anche il Movimento 5 Stelle che come da prassi andrà per conto proprio con tanto di riferimento al Blog delle Stelle nel simbolo.


Lega

Movimento 5 Stelle

Forza Italia

Fratelli d’Italia

Non sono mancati però i simboli riconducibili a quella che è stata la nostra Prima Repubblica. Dallo scudo crociato della Democrazia Cristiana fino alla falce e martello del Partito Comunista Italiano.


Partito Comunista Italiano

Democrazia Cristiana

Tra i movimenti meno conosciuti sono comparsi sulla bacheca del Viminale il Sacro Romano Impero Cattolico, il Partito Internettiano (il primo a presentare il proprio simbolo), quello Pirata (che in altri paesi europei ha molto seguito) e quello dei Poeti d’Azione.


Partito Internettiano

Sacro Romano Impero Cristiano

Partito Pirata

Non sono mancati poi il movimento dei Forconi, salito alla ribalta qualche anno fa, quello più recente dei Gilet Arancioni del generale Antonio Pappalardo, il Movimento Animalista e quello No Cassa Forense.


Gilet Arancioni

No Cassa Forense

In totale sono 49 i simboli che sono stati presentati per queste elezioni europee.

Iscriviti alla newsletter Notizie e Approfondimenti per ricevere le news su Elezioni europee 2019

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.