Politici su Facebook: quanto spendono con pagine social e sponsorizzate

Quanto hanno speso i politici e i partiti su Facebook in vista delle europee 2019? Ecco la classifica, ottenuta grazie alla Libreria Inserzioni.

Politici su Facebook: quanto spendono con pagine social e sponsorizzate

Quanto spendono i politici italiani su Facebook e sui social network? Decine di pagine, tutte dedicate ai principali partiti e volti della politica italiana (da Matteo Salvini a Giorgia Meloni, fino al Partito Democratico, Movimento 5 Stelle e Matteo Renzi). I social, come sappiamo, ricoprono oggi una parte fondamentale all’interno della comunicazione politica e Mark Zuckerberg fornisce ai propri utenti il modo per sapere quanto spendono i politici su Facebook attraverso uno strumento forse a molti sconosciuto: la Libreria Inserzioni.

La piattaforma (raggiungibile a questo link) permette di controllare quanto e come spendono i vari partiti e personalità del mondo della politica su Facebook. Basta cercare il nome di un candidato, di un esponente o di un movimento politico per essere al corrente di quanto esattamente venga spesso in inserzioni e contenuti sponsorizzati su Facebook.

Curiosi? Vediamo insieme quale politico e quale partito e quale politico ha speso di più su Facebook negli ultimi mesi a oggi.

Facebook: quanto spendono i politici

La libreria inserzioni su Facebook è uno strumento direttamente ereditato dallo scandalo Cambridge Analytica, le cui conseguenze oggi obbligano a rispondere partiti e movimenti politici a una trasparenza maggiore e obbligata.

La piattaforma permette a tutti, anche a chi non è direttamente iscritto su Facebook, di consultare dati e informazioni su tutte le inserzioni attive, comprese quelle che potrebbero non essere state mostrate a un determinato profilo perché non parte del pubblico selezionato dall’inserzionista.

Dati alla mano, questa è la classifica dei politici e dei partiti che hanno speso di più su Facebook da marzo a ottobre 2019:

  1. Matteo Salvini € 161.608 spesi in inserzioni da marzo al 25 ottobre 2019, con € 17.742 negli ultimi 7 giorni;
  2. Partito Democratico € 147.962 spesi per contenuti di natura politica e interesse nazionale da marzo al 25 ottobre ma i dati degli ultimi 7 giorni non sono aggiornati;
  3. Silvio Berlusconi € 93.858 da marzo al 25 ottobre 2019, dati degli ultimi 7 giorni non aggiornati;
  4. Matteo Renzi € 64.972 da marzo al 25 ottobre 2019, di cui 8.339 euro negli ultimi sette giorni
  5. Movimento 5 Stelle € 49.999 da marzo al 25 ottobre 2019, dati degli ultimi sette giorni non disponibili.
  6. Forza Italia € 44.045 da marzo al 25 ottobre 2019, dati non ancora disponibili per gli ultimi sette giorni;
  7. Giorgia Meloni € 38.983 da marzo al 25 ottobre 2019, € 348 spesi negli ultimi sette giorni (19-25 ottobre 2019);
  8. Fratelli d’Italia € 33.289 da marzo al 25 ottobre 2019, con dati non disponibili per gli ultimi 7 giorni;
  9. Più Europa € 11.452 da marzo al 25 ottobre 2019, meno di 100 euro negli ultimi sette giorni;
  10. Nicola Zingaretti € 1.417 da marzo al 25 ottobre 2019, 0 euro negli ultimi sette giorni (dati non disponibili)

Interessante è il dato riguardante la pagina ufficiale di Luigi di Maio che non risulta in alcun modo sponsorizzata negli ultimi tre mesi, così come la poca attenzione posta su quella di Nicola Zingaretti (con il PD che però svetta secondo in classifica per i soldi spesi su Facebook negli ultimi tre mesi). Salvini, che vola sopra i 160mila euro spesi da marzo a fine ottobre, risulta il più spendaccione su Facebook ma la pagina ufficiale della Lega (Lega - Salvini Premier) risulta attiva con solo 800 euro spesi da marzo.

Italia Viva, il partito di Matteo Renzi, si pone invece come un caso curioso: la pagina risulta creata nel 2016 e ha cambiato nome 4 volte (passando da L’Italia che dice Sì, L’Italia che dice Sì - il Comitato online, Ritorno al futuro - Comitati di azione civile, Comitati di azione civile - Ritorno al futuro e oggi il neopartito). Da marzo a oggi risultano investiti nella pagina € 4.084, di cui € 2.022 euro negli ultimi sette giorni.

Ovviamente, a tutti questi costi deve essere sottratto tutto il budget riservato a Social Media Manager, che per sponsorizzate del genere è reinvestito in un team molto più ampio (probabile l’appoggio ad agenzie di comunicazione specializzate) che va ad aumentare il prezzo e i costi.

Attraverso la Libreria Inserzioni è possibile anche visualizzare il costo orientativo dei singoli post sponsorizzati dalle varie pagine: basta selezionarne uno e cliccare su “Vedi dettagli sull’inserzione” per avere maggiori informazioni verso la ripartita del costo totale.

Iscriviti alla newsletter Tecnologia per ricevere le news su Elezioni europee 2019

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \