Cosa fa un europarlamentare?

Cosa fa un europarlamentare? Come si diventa membro del Parlamento Ue? I requisiti per essere eletti e le funzioni degli eurodeputati.

Cosa fa un europarlamentare?

Cosa fa e come si diventa europarlamentare?

La data delle elezioni europee è sempre più vicina, 26 maggio 2019, e in molti si staranno chiedendo cosa fa esattamente un europarlamentare e quali sono i requisiti per candidarsi.

Gli europarlamentari sono i membri del Parlamento europeo e vengono eletti a suffragio universale diretto, ogni 5 anni, nei Paesi membri dell’Ue (attualmente 28). In particolare, in Italia la votazione serve ad eleggere 73 eurodeputati.

Vediamo di seguito cosa fa esattamente un europarlamentare e come diventarlo.

Come si diventa europarlamentare?

Gli eurodeputati sono i membri del Parlamento europeo che vengono eletti ogni 5 anni a suffragio universale diretto nei Paesi membri dell’Ue.

Tuttavia, agli albori dell’Ue, le cose andavano diversamente: gli eurodeputati, infatti, venivano nominati tra i membri dei Parlamenti nazionali, pratica abolita nel 1979.

Mentre nel 2009 è stata stabilita un’altra importante regola: il divieto del “doppio mandato” ; ciò vuol dire che i membri eletti del Parlamento europeo non possono ricoprire altri incarichi pubblici per incompatibilità di mandato.

Vendiamo quali sono i requisiti per candidarsi alle elezioni europee.

Diventare europarlamentare: i requisiti

In sostanza, per diventare europarlamentare occorre candidarsi alle elezioni europee, che si tengono ogni 5 anni, in corrispondenza della fine della legislatura del Parlamento europeo.

Per candidarsi, in Italia sono previsti i requisiti seguenti:

  • essere cittadino di un Paese membro (anche se ci si può candidare anche in una circoscrizione straniera);
  • aver compiuto 25 anni;
  • 30 mila firme per poter presentare la lista.

A partire dal 2009, vige il divieto del “doppio mandato”. Significa che può diventare europarlamentare anche chi ricopre un altro incarico pubblico (ad esempio membro del Governo, del Parlamento o della Giunta comunale) purché al momento dell’elezione scelga quale incarico ricoprire, per incompatibilità di mandato.

Qui, quanto guadagna un europarlamentare?

Cosa fanno gli europarlamentari?

Gli europarlamentari che compongono il Parlamento europeo sono 751 in totale e sono distribuiti in base alla popolazione di ogni Stato membro. Per l’Italia sono 73.

Tutti gli eurodeputati, tranne 51, sono organizzati in gruppi trans-nazionali in base alle alleanze politiche. Ogni decisione è presa con discussioni che avvengono all’interno degli stessi gruppi, senza l’influenza dei partiti di appartenenza.

Oltre il lavoro all’interno del gruppo, ogni europarlamentare ha precisi poteri e diritti individuali. Nello specifico:

  • diritto di proporre una mozione per una risoluzione;
  • diritto di porre interrogazioni al Consiglio dell’Unione europea, alla Commissione europea, e ai leader del Parlamento;
  • diritto di proporre una modifica a ogni testo in commissione;
  • diritto a spiegare le ragioni del proprio voto;
  • diritto a proporre ordini del giorno;
  • diritto a proporre l’inammissibilità di un argomento.

Per capire meglio di cosa si occupano gli europarlamentari, consigliamo di approfondire Cosa fa il Parlamento europeo.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Parlamento europeo

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.