Pensioni: pagamento anticipato anche a settembre

Pensione di settembre: anticipato ad agosto il pagamento. Confermato il servizio offerto dall’Arma dei Carabinieri per la consegna a domicilio.

Pensioni: pagamento anticipato anche a settembre

Pensioni, cominciano ad emergere i primi dettagli riguardo alla data di pagamento del cedolino di settembre. Sembra molto probabile, infatti, che anche questo mese le pensioni saranno pagate in anticipo; niente di certo, ma sembra che il Governo andrà avanti per la strada intrapresa nei mesi scorsi dilazionando il pagamento delle pensioni su più giornate.

E probabilmente sarà così sia per le pensioni di settembre che per quelle di ottobre. Ricordiamo , infatti, che lo stato di emergenza durerà fino al 15 ottobre e per questo motivo fino a quella data verranno autorizzate misure straordinarie per limitare i contagi da coronavirus (che oggi sono tornati a salire con 523 nuovi casi e 6 decessi).

Tra le misure straordinarie c’è anche quella che anticipa il giorno di accredito delle pensioni esclusivamente per coloro che ricevono il rateo mensile su conto corrente postale, o anche per chi effettua il ritiro in contanti presso l’ufficio postale.

Le date del pagamento delle pensioni di settembre non sono state ancora comunicate e lo saranno solamente nelle prossime settimane. L’accredito dovrebbe essere comunque anticipato tra il 26 e il 27 del mese, ma per il momento si tratta solamente di indiscrezioni che dovranno essere confermate.

Pensioni pagate in anticipo? Sì, ecco perché

Già per la pensione di aprile, visto lo scoppio della pandemia e la necessità di limitare qualsiasi assembramento, l’INPS ha raggiunto un accordo con il Ministero del Lavoro e con Poste Italiane per una modifica del calendario delle pensioni, anticipando il giorno di paga per coloro che hanno l’accredito su conto corrente postale.

Da allora il pagamento delle pensioni è stato anticipato al 26° - o al massimo al 27° - giorno del mese precedente, con la possibilità per coloro che sono in possesso di una tra carta Postamat, una Carta Libretto o la Postepay Evolution, di ritirare immediatamente la pensione da uno sportello ATM.

Per chi invece preferisce il ritiro direttamente dallo sportello di Poste Italiane ci sarà uno specifico calendario che terrà conto del criterio dell’ordine alfabetico.

Il calendario per gli assegni di settembre sarà comunicato nelle prossime settimane, a ridosso dell’appuntamento con il pagamento delle pensioni. In ogni caso le operazioni di accredito si concluderanno per la giornata di martedì 1° settembre, quando la pensione arriverà anche per coloro che la ricevono su conto corrente bancario.

Una procedura che dovrebbe andare avanti anche ad ottobre, almeno fino al cessare dello stato d’emergenza. E se la situazione COVID-19 non si fermerà non è da escludere che questo sistema per il pagamento delle pensioni resterà in vigore fino alla fine dell’anno.

Pensioni a domicilio: anche a settembre resta valido il servizio dell’Arma dei Carabinieri

Parimenti all’anticipo delle pensioni, anche il servizio della consegna a domicilio da parte dell’Arma dei Carabinieri resterà in vigore per tutto il periodo di emergenza. Ricordiamo, a tal proposito, che la convenzione che Poste Italiane ha firmato con i Carabinieri prevede la consegna gratuita a domicilio per quei cittadini di età pari o superiore ai 75 anni che non hanno alcuna persona a cui delegare il ritiro della pensione.

Il servizio dell’Arma dei Carabinieri, infatti, è riservato a chi non vive con familiari (e nei casi in cui questi non si trovano nelle vicinanze). Inoltre, per usufruire del servizio non bisogna aver già delegato qualcuno per il ritiro.

Argomenti:

INPS Pensione

Iscriviti alla newsletter

Money Stories
SONDAGGIO