Come pagare affitto e mutuo con il reddito di cittadinanza

Sia il canone di locazione che la rata mensile del mutuo si possono pagare con la carta reddito di cittadinanza effettuando un bonifico SEPA o un’operazione di Postegiro. Non c’è però alcun obbligo per il titolare del beneficio.

Come pagare affitto e mutuo con il reddito di cittadinanza

Come noto con la carta reddito di cittadinanza si può pagare anche il mutuo o l’affitto.

D’altronde a coloro che nel quadro D del modello Inps per la domanda del reddito di cittadinanza dichiarano di avere in corso un mutuo contratto per l’acquisto - o anche la costruzione - della casa di abitazione spetta una quota aggiuntiva ogni mese pari alla rata del mutuo fino ad un massimo di 1.800€ l’anno, ossia 150,00€ al mese.

Spettano invece fino a 280,00€ al mese per coloro che sono in affitto.

In molti però ci hanno scritto chiedendoci come e dove fare il bonifico per pagare affitto o mutuo con il reddito di cittadinanza. A tal proposito abbiamo sia consultato il sito di Poste Italiane che chiamato il loro numero verde così da poter aver chiara la procedura che i titolari del reddito di cittadinanza devono seguire per pagare la rata del mutuo o il canone di locazione tramite bonifico.

Vediamo quindi cosa fare per utilizzare il reddito di cittadinanza per pagare le spese della casa di abitazione così da non commettere errori.

Come usare il reddito di cittadinanza per pagare mutuo e affitto

Come ci è stato confermato dal contact center di Poste Italiane, informazione tra l’altro contenuta anche nell’informativa sull’utilizzo della carta prepagata, ogni mese il titolare del reddito di cittadinanza può fare un solo bonifico e solo nel caso in cui il sussidio statale comprenda la quota riservata ai nuclei familiari residenti in immobili di proprietà per il cui acquisto o costruzione uno dei componenti abbia contratto un finanziamento (che ricordiamo non può essere superiore a 150,00€ al mese) o quella riconosciuta a titolo di rimborso del canone di locazione.

Ai sensi della normativa vigente, quindi, si può usare la carta anche per pagare la rata del mutuo mensile. Per farlo ci sono due soluzioni possibili:

  • fare un bonifico SEPA;
  • effettuare un’operazione di Postegiro, un modo semplice e veloce per trasferire denaro da un conto corrente postale ad un altro.

Per poter effettuare ognuna di queste due operazioni, però, bisogna necessariamente recarsi presso un Ufficio Postale. Le stesse modalità sono previste per coloro che devono utilizzare il reddito di cittadinanza per pagare il canone di locazione.

Questi due servizi, però, hanno un costo: per ciascun bonifico SEPA, infatti, è prevista una commissione pari ad 1,00€, mentre per le operazioni Postegiro il prezzo è più basso, 0,50€.

Non è quindi possibile l’addebito diretto su carta, anche perché questa è sprovvista di Iban.

Pagare mutuo e affitto con la carta reddito di cittadinanza è obbligatorio?

In molti si stanno anche chiedendo se mutuo - o eventualmente affitto - vadano pagati obbligatoriamente con la carta reddito di cittadinanza. La risposta è negativa: quella di pagare il mutuo con la prepagata, infatti, è un’opportunità che viene data ai titolari del reddito di cittadinanza, non un obbligo.

Questi, quindi, possono continuare a pagare il mutuo anche con le stesse modalità previste prima del riconoscimento del sussidio economico, ad esempio con accredito su conto corrente, visto che non ci sono norme che stabiliscono il contrario. Lo stesso vale per il canone di locazione.

Non è vero, quindi, che per chi non paga mutuo o affitto con la carta reddito di cittadinanza nel mese successivo ci sarà la decurtazione della quota B (quella appunto riconosciuta come rimborso per le spese di abitazione), come invece stanno sostenendo in molti.

Iscriviti alla newsletter

11 commenti

foto profilo

Kykk • 31 gennaio

Buona sera vorrei sapere se si può pagare caparra e affitto per prendere una casa, facendo la registrazione del contratto solo dopo il versamento della quota grazie

foto profilo

mario57 • 10 gennaio

Salve, voi dite che non c’è nessun obbligo nel pagare con la quota b l’affitto di casa e che non tolgono i 280 euro, io ho chiamato le poste e mi hanno detto, anche se ho avuto l’impressione che fossero molto impreparati, che l’obbligo c’è e che quindi se non si fa il bonifico alle poste tolgono la quota b.
In oltre siete solo voi che asserite tutto ciò perchè non sono riuscito a trovare in altri siti quello che voi dite. C’è qualcosa di scritto riguardo quest’obbligo?
Grazie.

foto profilo

Jjb • Ottobre 2019

Salve mi chiamo Johnny e percepisco il reddito di cittadinanza di 500€ mensili che purtroppo da agosto non mi permette piu di pagare un bonifico per una stanza di un piccolo alberghetto con un bonifico comportandomi non pochi problemi.. inoltre non riesco a trovare un monolocale in affitto perché mi richiedono una somma più alta, rispetto al reddito percepito, per poter far fronte alle caparre.. sono al corrente che se trovassi una soluzione di locazione regolare con contratto scritto percepirei anche le restanti 280€ che mi permetterebbero di risolvere il tutto ma come accennavo fino ad ora non ho trovato nessuno disposto a venirmi incontro per totale diffidenza al reddito di cittadinanza purtroppo. Chiedo quali consigli al merito possa darmi. Distinti saluti e grazie fin da ora per un vostro riscontro.

foto profilo

Nicktrichy • Settembre 2019

Salve Vorrei saper per il pagamento del mutuo e obbligatorio versare 150 Euro o posso versarne anche 500 visto che la rata del mio mutuo e di 500 Euro

foto profilo

paolordc • Agosto 2019

buongiorno vixvix
purtroppo no. E non ho iniziato a fare il bonifico a me stesso come suggerito da Roberto perchè per legge teoricamente non è possibile, quindi non voglio avere problemi futuri.

foto profilo

vixvix • Agosto 2019

Ciao paolordc, mi ricollego al tuo commento di un mese fa, volevo domandarti se hai capito come si può pagare la rata del mutuo tramite carta rdc, se fino ad ora veniva pagato con addebito in automatico su conto corrente? grazie ciao

foto profilo

paolordc • Agosto 2019

salve Remo.
NON è un obbligo pagare l’affitto con rdc. NON ti verrà bloccato e NON perderai rdc se non effettui il bonifico mensile per affitto.
Puoi utilizzare non solo i 280 ma anche l’intero importo da te avuto di rdc per il bonifico affitto.
Cordiali saluti

foto profilo

Remo • Agosto 2019

Per il pagamento dell’affitto viene detto che NON è un obbligo ma solo una opportunità, chiesto alle poste ma non sanno nulla, mandato una mail al sito del RdC ma nessuna risposta, al call center INPS invece mi dicono che pagare l’affitto con la carta è un OBBLIGO altrimenti si perde TUTTO il RdC, in altre parole è obbligatorio pagare i 280 euro (che ovviamente sono un contributo non l’intero affitto) con la carta poi si dovrà integrare con un altro pagamento ma questo nessuno lo dice. Come stanno effettivamente le cose? purtroppo la legge non chiarisce, anzi.

foto profilo

paolordc • Luglio 2019

buongiorno Roberto, non ho ben capito. Tu hai fatto tramite le poste un bonifico sul tuo contocorrente (dove la banca prende in automatico le rate del mutuo); ed ora le poste sono autorizzate e hanno dei moduli specifici per fare questa operazione di bonifico sul proprio c\c per chi ha un mutuo e rdc ?

foto profilo

Roberto • Luglio 2019

Il primo bonifico è stato eseguito attraverso modulo per bonifico con accredito sul mio c/c bancario dove la banca semestralmente mi addebita l’importo prestabilito. Successivamente sono usciti moduli specifici per bonifico/postagiro da Rdc sia per affitto che per mutuo. Nessun problema riscontrato.

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories