I mercati tornano a temere il Covid, soprattutto in Europa

Violetta Silvestri

9 Novembre 2021 - 08:39

condividi

Mercati attendisti oggi: si guarda agli USA per i dati sull’inflazione di domani, alla Cina per la riunione del Partito Comunista e all’Europa per gli sviluppi sulla pandemia.

I mercati tornano a temere il Covid, soprattutto in Europa

Mercati oggi: l’Asia scambia quasi tutta positiva tranne per il Nikkei, anche se resta cauta nel sentiment.

Dopo una notte di guadagni a Wall Street, le Borse asiatiche appaiono più caute, tra la ripresa dei contagi, le mosse cinesi dalla riunione del Partito Comunista in corso e il destino del settore immobiliare.

Intanto, cresce in Europa il timore di nuove restrizioni per l’ondata di contagi in corso, che potrebbe compromettere anche il sentiment di Borsa.

Vediamo cosa succede oggi nei mercati.

Mercati oggi: Asia in ripresa, ma con timori

I mercati azionari asiatici sono scesi martedì in apertura degli scambi dopo che Wall Street è salita a un record per l’ottavo giorno.

Le azioni hanno poi ripreso a negoziare in territorio positivo, tranne in Giappone. Alle ore 8.26 circa, infatti, il Nikkei perde lo 0,75% mentre gli indici cinesi Shenzhen e Shanghai guadagno rispettivamente lo 0,44% e lo 0,24%.

I membri di più alto rango del Partito comunista cinese si sono riuniti a Pechino da lunedì e sono pronti a dare il via libera a un altro mandato per il presidente Xi Jinping.

Nel frattempo, lunedì un gruppo di esperti del Consiglio di Stato cinese ha tenuto un incontro con le banche e gli sviluppatori immobiliari, con quest’ultimi che hanno esortato le aziende statali ad aiutare le imprese private a migliorare la liquidità.

“Il sentiment dell’intero mercato è relativamente basso oggi. Sempre più investitori stanno adottando un approccio attendista durante e prima di grandi eventi, in attesa di una maggiore direzione politica”, ha affermato Zhang Zihua, chief investment officer di Beijing Yunyi Asset Management.

Wall Street reagisce con ottimismo, Europa cauta

Nella notte, le azioni statunitensi sono aumentate, con l’S&P 500 che ha segnato la sua più lunga serie di guadagni dal 2017, dopo che gli utili societari, i solidi dati sulle assunzioni, il via libera al piano da 1.000 miliardi di dollari per le infrastrutture e una svolta del trattamento Covid con la pillola Pfizer hanno rafforzato l’ottimismo nella più grande economia del mondo.

La Federal Reserve, comunque, ha ricordato che ci sono due rischi da tenere in osservazione: inflazione e settore immobiliare cinese.

A mostrarsi più cauta è l’Europa, con una quarta ondata di contagi in corso e prezzi del gas ancora alti e in balia della Russia.

Argomenti

# Borse
# Asia

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.