Lucia Borgonzoni spende tremila euro al giorno su Facebook

Lucia Borgonzoni, candidata leghista in Emilia-Romagna, fa registrare le spese social maggiori in vista delle elezioni regionali: 3.000 euro al giorno in sponsorizzazioni su Facebook

Lucia Borgonzoni spende tremila euro al giorno su Facebook

Lucia Borgonzoni spende tremila euro al giorno su Facebook. A far luce per primo sul dato è stato il settimanale L’Espresso, che ha tenuto d’occhio da vicino i dati che la piattaforma di Zuckerberg rende sempre pubblici in caso si tratti di sponsorizzazioni politiche.

Una cifra notevole quella della candidata leghista, che la pone sul gradino più alto del podio nella speciale classifica di settore, dedicata agli investimenti economici fatti sui social dai politici durante la campagna elettorale emiliana.

Borgonzoni è infatti candidata alla carica di presidente dell’Emilia-Romagna per la coalizione di centro-destra. L’accelerata delle ultime settimane per la politica bolognese è sotto gli occhi di tutti, tanto che in diverse giornate di gennaio la spesa è andata ben oltre i 3.000 euro al giorno.

Lucia Borgonzoni spende tremila euro al giorno su Facebook

Lucia Borgonzoni - già sottosegretario di Stato al Ministero per i beni e le attività culturali nel primo Governo Conte - è la candidata del centrodestra alle elezioni regionali in Emilia-Romagna.

La politica leghista porta avanti una comunicazione particolarmente diretta sui social, facendo spesso leva sull’indignazione degli utenti e cavalcando temi molto spinosi e divisivi come il caso Bibbiano, l’immigrazione e non risparmiando - specie nelle ultime settimane - duri attacchi alle Sardine.

Messaggi social che, su Facebook in primis, si mostrano notevolmente somiglianti a quelli di Matteo Salvini, con il ricorso alla promozione diretta di aziende e cibi rigorosamente italiani e l’utilizzo di un costante riferimento a una controparte nemica.

Dal “prima gli italiani” alle invettive contro i “burocrati europei”, i post di Lucia Borgonzoni registrano sempre alti tassi di interazione e centinaia di condivisioni, anche in virtù delle elevate spese che la candidata fa in sponsorizzazioni, per una media di 3.000 euro al giorno, con diverse impennate in queste ultime fasi di campagna elettorale.

Una cifra che la pone in cima alla classifica degli investimenti social, e che ancora una volta sembra ricalcare un trend salviniano: il leader del Carroccio aveva fatto discutere lo scorso anno sulla scia dei 124mila euro versati in un mese per i suoi post di Facebook.

Dall’altro lato, risultano molto più bassi i budget del centrosinistra, con Elly Schlein che fa registrare i maggiori investimenti davanti a Stefano Bonaccini.

Allargando il quadro, appare chiaro come l’Emilia-Romagna si mostri terreno estremamente fertile lato social network, con una spesa complessiva di tutti i candidati che supera i 100.000 euro solo su Facebook negli ultimi 30 giorni.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories