Indennità di malattia per iscritti Gestione Separata: requisiti e importi per il 2019

Indennità di malattia per lavoratori iscritti alla Gestione Separata: l’Inps ha aggiornato gli importi per il 2019. Ecco quanto spetta e quali sono le condizioni da soddisfare per beneficiarne.

Indennità di malattia per iscritti Gestione Separata: requisiti e importi per il 2019

Anche ai lavoratori iscritti alla Gestione Separata spetta un’indennità economica qualora l’insorgere di una malattia determini una temporanea incapacità lavorativa o anche una degenza ospedaliera.

Di indennità di malattia per i lavoratori iscritti alla Gestione Separata ne ha parlato una recente circolare Inps - la n° 79/2019 - con la quale gli importi riconosciuti sono stati adeguati alla variazione provvisoria dell’1,1% del tasso d’inflazione; è con questa, quindi, che viene fatta chiarezza su quanto spetta nel 2019 agli iscritti alla Gestione Separata nei periodi coperti da indennità di malattia.

Ricordiamo però che ci sono delle condizioni da soddisfare affinché anche i lavoratori assicurati presso la Gestione Separata possano usufruire di un’indennità di malattia al pari di quanto succede per i lavoratori dipendenti; ve ne parleremo in questa guida dedicata, utile per tutti coloro che devono fare richiesta per l’indennità di malattia e non sanno quando e come è possibile farlo.

Indennità di malattia Gestione Separata: durata

Nell’anno solare l’indennità di malattia Gestione Separata spetta per massimo 1/6 della durata complessiva del rapporto di lavoro. Per capire qual è la durata massima di questa indennità, quindi, bisogna fare chiarezza sul significato di “durata complessiva del rapporto di lavoro”.

Ebbene, per calcolarla si tiene conto delle giornate lavorate o retribuite nei 12 mesi precedenti all’inizio dell’evento di malattia. Di conseguenza, come tra l’altro ribadito dalla circolare Inps 76/2007, l’indennità spetta per un periodo mai superiore ai 61 giorni. C’è anche un limite minimo: questa, infatti, spetta per almeno 20 giorni, mentre la tutela dell’indennità è esclusa per gli eventi di durata inferiore ai 4 giorni.

Questo vale per i casi in cui l’insorgere di una malattia comporti la temporanea incapacità lavorativa dell’assicurato; invece, nel caso di ricovero ospedaliero spetta un’indennità per tutte le giornate in cui si è ricoverati (compresi i day hospital) per un massimo di 180 giorni nell’anno solare.

Indennità di malattia Gestione Separata: quando spetta

Gli assicurati presso la Gestione Separata Inps hanno diritto all’indennità di malattia solo qualora negli ultimi 12 mesi che precedono l’inizio dell’evento risultino almeno 3 mesi (anche non continuativi) di contribuzione dovuta alla Gestione Separata.

Inoltre, nell’anno solare precedente il reddito individuale assoggettato al contributo alla Gestione Separata non deve essere superiore al 70% del massimale contributivo riferito allo stesso anno.

Indennità di malattia Gestione Separata: cosa spetta

L’importo dell’indennità è pari al 4%, 6% o 8% dell’importo che si ottiene dividendo per 365 il massimale contributivo previsto nell’anno di inizio della malattia, in base alla contribuzione attribuita nei 12 mesi precedenti.

Nel dettaglio, si utilizzano le seguenti percentuali:

  • dai tre ai quattro mesi di contribuzione: 4%;
  • dai cinque agli otto mesi di contribuzione: 6%;
  • dai nove ai dodici mesi di contribuzione: 8%.

Con la circolare Inps 79/2019 viene fatta chiarezza sugli importi dell’indennità di malattia giornaliera, quest’anno pari a:

  • 11,24€ se nei 12 mesi precedenti all’evento risultano accreditati dai 3 ai 4 mesi di contribuzione;
  • 16,86€ se nei 12 mesi precedenti all’evento risultano accreditati dai 5 agli 8 mesi di contribuzione;
  • 22,48€ se nei 12 mesi precedenti all’evento risultano accreditati dai 9 ai 12 mesi di contribuzione.

Per quanto riguarda l’indennità di degenza ospedaliera, invece, questa spetta nella misura dell’8%, 12% e 16% dell’importo che si ottiene dividendo per 365 il massimale contributivo sopra indicato previsto nell’anno di inizio della degenza in base alla contribuzione attribuita nei 12 mesi precedenti al ricovero.

Nel dettaglio, si va da un minimo di 22,48€ (dai 3 ai 4 mesi di contribuzione) a 33,71€ (dai 5 agli 8 mesi di contribuzione), ad un massimo di 44,95€ (dai 9 ai 12 mesi di contribuzione).

Indennità di malattia Gestione Separata: come fare richiesta

Per prima cosa il lavoratore deve farsi rilasciare il certificato di malattia dal medico il quale, al pari di quanto succede per i lavoratori dipendenti, lo invia telematicamente all’Inps. L’invio telematico vale anche per i certificati di ricovero e malattia.

Qualora per diversi motivi non sia possibile la trasmissione telematica del certificato, questo deve essere rilasciato in modalità cartacea al lavoratore, il quale a sua volta ha due giorni di tempo per presentarlo alla struttura Inps territorialmente competente.

Una volta ottenuto e trasmesso il certificato medico, i lavoratori iscritti alla Gestione Separata Inps devono fare richiesta utilizzando il servizio web disponibile cliccando qui (e andando su “Accedi al servizio”).

In alternativa è possibile fare richiesta utilizzando i contatti telefonici dell’Inps, oppure rivolgendosi agli enti di patronato.

Visite fiscali per iscritti alla Gestione Separata

Anche agli iscritti alla Gestione Separata si applicano le regole vigenti sulle visite fiscali. Quindi, affinché questi abbiano diritto all’indennità devono rendersi reperibili presso il domicilio nei seguenti orari:

  • dalle 10:00 alle 12:00;
  • dalle 17:00 alle 19:00.

Questi orari valgono per tutte le giornate indicate nel certificato medico, compresi sabati, domeniche e giorni festivi. In caso di mancato rispetto dell’obbligo di reperibilità nei suddetti orari si applica una sanzione pari a:

  • mancato indennizzo per un massimo di 10 giorni in caso di prima assenza;
  • mancato indennizzo del 50% del restante periodo di malattia per la seconda assenza;
  • mancato indennizzo di tutta la malattia in seguito alla terza assenza.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Indennità di malattia

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.