Impeachment a novembre: 3 motivi di rischio per i Democratici

Violetta Silvestri

29/09/2019

I Democratici lanciano la votazione dell’impeachment alla Camera entro novembre. La mossa, però, potrebbe essere poco favorevole ai dem in vista delle elezioni USA 2020. Analizziamo i 3 possibili rischi per i Democratici.

Impeachment a novembre: 3 motivi di rischio per i Democratici

I Democratici USA spingono per avviare l’impeachment contro il Presidente Trump entro novembre. L’augurio è di votare lo stato di accusa alla Camera già prima della Festa del Ringraziamento. Ma questa mossa potrebbe nascondere almeno 3 motivi di rischio e non essere una scommessa vincente per guadagnare popolarità elettorale.

Lo scandalo USA-Ucraina sta predominando il dibattito delle elezioni USA 2020, con i Democratici all’attacco proprio per mostrare alla popolazione statunitense l’uso spregiudicato e incostituzionale del potere da parte del Presidente. Trump voleva influenzare le Presidenziali USA 2020 e i Democratici, di conseguenza, stanno concentrando la loro campagna elettorale su questo spinoso tema.

L’impeachment sarà davvero una mossa vincente per i Democratici? O avrà un effetto boomerang? Ecco 3 motivi di rischio per gli avversari di Trump.

Primo rischio: l’impeachment non è la priorità per gli elettori democratici

Se i Democratici insistono per accelerare i tempi dell’impeachment sperando di favorire l’impopolarità di Trump, gli elettori USA sembrano più interessati ad altri temi. Secondo i sondaggi lanciati da vari istituti negli Stati Uniti in queste settimane, la popolazione resta piuttosto divisa sulla decisione di mettere in stato di accusa il Presidente. Anche se i favorevoli all’impeachment appaiono vicini alla maggioranza, con soglie di percentuali intorno al 45%, la popolarità di Trump non sta subendo quel colpo che i Democratici sperano.

Il rischio, dunque, è che l’impeachment non rientri nelle priorità degli elettori, soprattutto in vista delle elezioni USA 2020. Per vincere davvero le Presidenziali, invece, i Democratici dovrebbero concentrarsi su temi diversi, che più stanno a cuore ai propri elettori in questo momento: sanità, disuguaglianza, fiscalità, clima e ambiente.

La questione del sistema sanitario pubblico, per esempio, è molto più appassionante, anche per gli elettori repubblicani. Negli Stati solitamente non democratici di Utah, Idaho e Nebraska, sono stati approvati referendum per ampliare Medicaid. Un argomento trasversale, dunque, per i Democratici.

Secondo rischio: la questione USA-Ucraina svela irregolarità di Biden?

Tutta la vicenda dell’impeachment si concentra sulle pressioni del Presidente Trump per ottenere indagini su Biden, in modo da screditare la sua figura e indebolire i Democratici alle elezioni USA 2020. C’è abuso di potere, ingerenza, reato. Ma qual è il rovescio della medaglia?

Il rischio per i Democratici è che, comunque, la questione ucraina metta in luce comportamenti ambigui dello stesso Biden. L’allora in carica Vice Presidente, infatti, avrebbe usato la sua posizione per aiutare una compagnia energetica ucraina che stava pagando suo figlio - Hunter Biden - spingendo per la cacciata di un procuratore ucraino. Non ci sono prove certe al riguardo, ma i Democratici non sono esenti da presunti giochi di potere.

Il rischio, quindi, è che emerga un intreccio di abuso di potere allargato anche ai dem.

Terzo rischio: l’impeachment potrebbe fallire in Senato

Le probabilità che l’impeachment contro Trump arrivi a compimento non sono così alte. I democratici hanno appena annunciato di voler portare lo stato di accusa alla Camera e di volerlo votare entro novembre.

La Camera deve votare a maggioranza qualificata per approvare l’impeachment. Poi, la parola passa al Senato, con il compito di giudicare le motivazioni dell’accusa come in una sorta di tribunale. L’incriminazione del Presidente potrà avvenire soltanto con la maggioranza qualificata di 67 senatori su 100. I Repubblicani in Senato sono la maggioranza, 53. Come raggiungere il numero richiesto?

L’iter dell’impeachment si potrebbe, dunque, arenare. I Democratici sperano di trovare forza e unità da questo caso USA-Ucraina e dalla questione impeachment. Il terreno, però, è spinoso e i rischi di un boomerang per le Presidenziali USA dei Democratici ci sono.

Iscriviti a Money.it

Fai sapere la tua opinione e prendi parte al sondaggio di Money.it

Partecipa al sondaggio
icona-sondaggio-attivo