Email false da parte del Fisco: l’Agenzia delle Entrate raccomanda di cestinarle

Email false da parte del Fisco: nuovo tentativo di truffa ai danni dei contribuenti. Lo comunica l’Agenzia delle Entrate, che raccomanda di non aprirle e cancellarle.

Email false da parte del Fisco: l’Agenzia delle Entrate con il comunicato stampa del 2 febbraio 2018 informa i contribuenti di nuovi tentativi di truffa tramite posta elettronica.

L’Agenzia raccomanda a tutti coloro che dovessero riceverle di provvedere ad eliminarle subito onde evitare la trasmissione di virus informatici.

Questo non è il primo avviso che arriva da parte del Fisco in merito ai tentativi di pishing: già nell’ottobre scorso l’Agenzia delle Entrate Riscossione, in seguito a diverse segnalazioni, aveva avvisato i contribuenti di prestare attenzione alla false email che stavano girando.

Di seguito nel dettaglio il comunicato stampa dell’Agenzia delle Entrate sui nuovi tentativi di pishing.

Email false da parte del Fisco: l’Agenzia delle Entrate raccomanda di cestinarle senza aprirle

Con il comunicato stampa del 2 febbraio l’Agenzia delle Entrate ha informato i contribuenti che negli ultimi giorno sono tornate a circolare delle email false apparentemente provenienti da Agenzia Entrate o AGENZIA ENTRATE GOV, che invitano gli utenti ad aprire un collegamento che una volta selezionato fa scaricare un virus informatico.

Le mail in questione non provengono da un indirizzo direttamente collegato all’Agenzia. Questi messaggi hanno un oggetto generico (“Acconti” o “F24 ACCONTI”), fanno riferimento ad un acconto F24 per il 2018 e contengono un collegamento ad una pagina che fa scaricare un programma contenente un virus nel computer del destinatario.

L’Agenzia raccomanda dunque di cestinare direttamente queste false email senza aprirle prima.

Email false da parte del Fisco: la storia si ripete

Non è la prima volta che il Fisco mette in guardia i contribuenti sulle false email contenenti dei virus informatici.

L’ottobre scorso infatti l’Agenzia delle Entrate Riscossione aveva pubblicato un avviso in cui riferiva che stava ricevendo numerose segnalazioni dai contribuenti destinatari di messaggi di posta elettronica, con mittente riscossione.agenziaentrate@swisspay.it, assistenza.equitalia@italia.it o simili, oppure di sms che contenevano avvisi di pagamento o presunti rimborsi per conto di Agenzia delle entrate-Riscossione o Equitalia con l’invito a scaricare file o utilizzare link esterni per effettuare pagamenti o avviare procedure di rimborso.

Anche in quel caso si trattava di messaggi che potevano danneggiare pc, smartphone e tablet, attraverso l’utilizzo di file contenenti virus o collegamenti a siti web esterni potenzialmente pericolosi.

L’Agenzia delle Entrate Riscossione nel suo comunicato dichiarava di essere assolutamente estranea all’invio di tali messaggi.

Si raccomanda dunque ai lettori di fare estremamente attenzione alle email che potrebbero arrivare in questo periodo in nome del Fisco.

Per ulteriori informazioni i lettori possono consultare il comunicato stampa pubblicato il 2 febbraio 2018 dall’Agenzia delle Entrate allegato di seguito.

Comunicato stampa dell’Agenzia delle Entrate del 2 febbraio 2018
Ecco il comunicato stampa dell’Agenzia delle Entrate in cui il Fisco raccomanda di fare attenzione alle email false che stanno circolando

Iscriviti alla newsletter

Money Stories