Ecobonus, ristrutturazioni e sismabonus 2022, visto di conformità con check list dei commercialisti

Anna Maria D’Andrea

27 Gennaio 2022 - 10:19

condividi

Ecobonus, bonus ristrutturazioni e sismabonus 2022, arriva la check list dei commercialisti in merito ai controlli preventivi all’apposizione del visto di conformità per la cessione del credito.

Ecobonus, ristrutturazioni e sismabonus 2022, visto di conformità con check list dei commercialisti

Ecobonus, bonus ristrutturazioni e sismabonus 2022, dai commercialisti arriva la check list per l’apposizione del visto di conformità per la cessione del credito.

I tre documenti pubblicati il 26 gennaio 2022 dalla Fondazione Nazionale dei Commercialisti sono un’utile bussola per i professionisti chiamati a effettuare il controllo sui documenti necessari per l’apposizione del visto di conformità, adempimento obbligatorio non solo per il superbonus ma anche per i bonus casa ordinari.

Le tre check list relative alla cessione del credito per il superbonus, il bonus ristrutturazioni e il sismabonus possono essere scaricati gratuitamente.

Ecobonus, ristrutturazioni e sismabonus 2022, visto di conformità con check list dei commercialisti

La possibilità di optare per la cessione del credito e per lo sconto in fattura è stata prorogata dalla Legge di Bilancio 2022 sia per il superbonus che per i bonus casa ordinari.

Ecobonus, bonus ristrutturazioni e sismabonus sono le agevolazioni al centro delle check list pubblicate dalla Fondazione Nazionale dei Commercialisti il 26 gennaio 2022, che consentono ai professionisti chiamati ad apporre il visto di conformità di verificare la sussistenza delle condizioni necessarie per la cessione del credito.

Una pubblicazione che si è resa necessaria per agevolare i professionisti che vistano le pratiche per la cessione del credito e lo sconto in fattura, alla luce delle novità previste dal decreto legge n. 157/2021, poi inglobate nel testo della Legge di Bilancio 2022.

L’obbligo del visto di conformità per l’esercizio delle opzioni, già previsto per i lavori rientranti nel superbonus 110%, è stato esteso a decorrere dal 12 novembre 2021 anche per le spese rientranti nell’ecobonus, nel bonus ristrutturazioni, nel sismabonus e nel bonus facciate.

Una novità prevista al fine di contrastare le frodi riscontrate nell’ambito della cessione del credito, che la Legge di Bilancio 2022 ha escluso esclusivamente per due tipologie di interventi:

Per tutti gli altri bonus casa l’obbligo di apposizione del visto di conformità da parte del commercialista si affianca all’asseverazione di congruità dei prezzi, per la quale si attende entro i primi giorni del mese di febbraio la pubblicazione di un apposito decreto del MITE.

Ecobonus, ristrutturazioni e sismabonus: nelle check list i controlli documentali per il visto di conformità

Le tre check list pubblicate dalla Fondazione Nazionale dei Commercialisti possono essere scaricate gratuitamente, e:

“rappresentano strumenti di supporto per il professionista di carattere generale, che non possono ritenersi comunque esaustivi circa i controlli da effettuare. Spetta infatti esclusivamente al professionista incaricato verificare, caso per caso, la conformità dei dati relativi alla documentazione che attesta la sussistenza dei presupposti che danno diritto alla detrazione d’imposta e che è necessaria ai fini della valida apposizione del visto di conformità.”

Si tratta in ogni caso di utili guide per il professionista, e forniscono l’elenco dei documenti da controllare per la verifica preventiva all’apposizione del visto di conformità per la cessione del credito.

In tutti e tre i casi, ossia sia per l’ecobonus che per il bonus ristrutturazioni e il sismabonus, sarà necessario verificare i dati relativi all’immobile, quali la visura catastale, la domanda di accatastamento o le ricevute di pagamento delle tasse locali (IMU e TARI).

Ai fini della cessione del credito per l’ecobonus sarà inoltre necessario verificare la presenza della dichiarazione sostitutiva attestante la sussistenza nell’immobile oggetto degli interventi dell’impianto di riscaldamento, funzionante o riattivabile.

Ai documenti relativi alla proprietà o disponibilità dell’immobile sarà poi necessario affiancare le verifiche relative alla tipologie di lavoro effettuato.

Una serie di controlli preventivi, che in base ai documenti di spesa e ai pagamenti effettuati aprono la strada alla cessione del credito d’imposta o all’applicazione dello sconto in fattura.

Check list visto di conformità Ecobonus
Clicca per scaricare il documento della Fondazione Nazionale Commercialisti
Check list visto di conformità bonus ristrutturazioni
Scarica il documento della Fondazione Nazionale Commercialisti
Check list visto di conformità Sismabonus
Scarica il documento della Fondazione Nazionale Commercialisti

Iscriviti a Money.it

SONDAGGIO