Crediti d’imposta

I crediti d’imposta sono una particolare categoria di agevolazioni fiscali prevista dal Fisco per particolari categorie di contribuenti, normalmente svantaggiati per situazioni contingenti di crisi economica.

Il Fisco italiano prevede diverse tipologie di crediti d’imposta, tra i quali:

  • i crediti d’imposta istituiti per «ragioni di tecnica tributaria», ovvero per evitare la doppia imposizione di uno stesso reddito a due imposte diverse. L’esempio più comune di crediti d’imposta di questo tipo è quello concesso ai contribuenti percettori di redditi di fonte estera;
  • i crediti d’imposta istituiti nell’ambito delle “scelte di politica economica e fiscale” del Governo. Si pensi, per esempio, ai crediti d’imposta istituiti a favore dei lavoratori ovvero di quelli previsti a favore delle imprese.

I crediti d’imposta possono essere distinti ancora in:

  • crediti d’imposta rimborsabili, ovvero quei crediti d’imposta che possono essere richiesti a rimborso tramite apposita istanza o in dichiarazione dei redditi;
  • crediti d’imposta non rimborsabili, ovvero quei crediti d’imposta che non possono essere chiesti a rimborso ma esclusivamente utilizzati in compensazione da altri eventuali debiti d’imposta.

Crediti d’imposta, ultimi articoli su Money.it

IMU non pagata, la cartella non blocca le compensazioni fiscali

Pubblicato il 22 settembre 2020 alle 17:14

IMU non pagata, la cartella relativa a debiti iscritti a ruolo per mancato pagamento dell’imposta non blocca le compensazioni dei crediti fiscali. A chiarirlo è l’Agenzia delle Entrate, con la risposta all’interpello n. 385 del 22 settembre 2020.

Bonus 100 euro in busta paga: codice tributo F24 per il recupero in compensazione

Pubblicato il 1 aprile 2020 alle 17:26

Bonus di 100 euro in busta paga per il mese di marzo 2020: l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato il codice tributo da utilizzare nel modello F24. Con la risoluzione n. 17 vengono fornite le istruzioni per il recupero in compensazione del premio per chi ha lavorato nella sede dell’azienda.

Controlli Agenzia delle Entrate, come pagare solo una quota

Pubblicato il 5 febbraio 2020 alle 11:03

Controlli Agenzia delle Entrate, chi ha ricevuto una comunicazione può pagare solo una quota dell’importo totale dovuto al Fisco grazie all’istituzione di nuovi codici tributo. Vediamo come e in quali casi: la novità si trova nella risoluzione AdE n. 4/E del 4 febbraio 2020.

|