Cassetto previdenziale Inps online liberi professionisti: come funziona?

Cassetto previdenziale Inps liberi professionisti: dallo scorso 30 giugno 2016 sono disponibili nuove funzionalità nel cassetto previdenziale. Vediamo di cosa si tratta.

Cassetto previdenziale Inps: novità per i liberi professionisti iscritti alla gestione separata dell’Inps.

Pin Inps e cassetto previdenziale online. Dal 30 giugno 2016 il cassetto previdenziale Inps è stato arricchito con la nuova funzionalità “Bidirezionalità” inserita all’interno del menù “Comunicazione Bidirezionale”.

Le novità riguardano il cassetto previdenziale Inps riservato ai liberi professionisti iscritti alla gestione separata e ai loro intermediari ed ha l’obiettivo di migliorare la comunicazione tra l’Inps e i contribuenti attraverso il progressivo ampliamento dell’offerta di servizi accessibili dal web.

Che cos’è il cassetto previdenziale Inps?

Il cassetto previdenziale Inps è un servizio online che consente di consultare tutti i dati relativi alle prestazioni previdenziali fornite dall’Inps e permette di acquisire anche una serie di informazioni trasversali quali:

  • estratto conto generalizzato;
  • situazione assicurativa;
  • invio di domande telematiche;
  • istanze di rateizzazione;
  • ricorsi;
  • riduzione sanzioni civili;
  • rimborsi;
  • ruoli e versamenti.

Il cassetto previdenziale Inps per i liberi professionisti è dedicato alle aziende, ai consulenti e ai professionisti ed è accessibile tramite codice fiscale e codice Pin rilasciato dall’Inps oppure mediante la Carta Nazionale dei servizi (CNS) o con una identità SPID.

Per sapere come funziona e come richiederlo:
Cassetto previdenziale Inps: cos’è e come richiederlo?

Cassetto previdenziale Inps liberi professionisti: cosa cambia?

A partire dal 30 giugno 2016 il cassetto previdenziale Inps per gli utenti liberi professionisti è stato implementato con la nuova funzionalità della “Bidirezionalità” disponibile all’interno del menù “Comunicazione Bidirezionale”.

Per i liberi professionisti che accedono al cassetto previdenziale Inps verrà visualizzato un messaggio di avvertimento in caso di comunicazioni non lette con un link che permetterà l’accesso alla sezione “Comunicazione Bidirezionale”.

Nella sezione è presente un sottomenù che comprende le seguenti voci:

  • 1. Nuova comunicazione;
  • 2. Lista comunicazioni inviate;
  • 3. Lista comunicazioni ricevute;
  • 4. Contatti.

L’Inps ricorda che per il primo accesso i dati inseriti coincidono con quelli disponibili negli archivi della gestione separata.

I dati che possono essere inseriti e modificati nel cassetto previdenziale Inps sono il numero di telefono fisso e il cellulare, il numero di fax, l’indirizzo email e la pec in assenza della quale non è consentito l’invio di comunicazioni.

L’Inps infine precisa che tutte le istanze relative alla gestione separata devono essere inviate solo ed esclusivamente mediante il cassetto previdenziale liberi professionisti.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories