Borsa Milano Oggi, 11 febbraio 2021: Ftse Mib positivo, spread ancora in calo

Luca Fiore

11/02/2021

11/02/2021 - 18:00

condividi
Facebook
twitter whatsapp

La Borsa di Milano Oggi, 11 febbraio 2021, ha chiuso la seduta sopra la parità. Sul Ftse Mib azioni UniCredit in rosso dopo i conti. Ancora segno meno per lo spread Btp-Bund dopo i nuovi minimi storici registrati in asta.

Borsa Milano Oggi, 11 febbraio 2021: Ftse Mib positivo, spread ancora in calo

La Borsa di Milano ha chiuso la seduta sopra la parità: sul Ftse Mib riflettori puntati sulle azioni UniCredit e Mediobanca mentre dal fronte titoli di Stato spicca la nuova contrazione dello spread.

Il premier incaricato Mario Draghi ha terminato il secondo giro di consultazioni ed oggi il Movimento 5 Stelle interroga gli iscritti sulla partecipazione al nuovo esecutivo.

Dal fronte materie prime, il future con consegna aprile sul Brent è stabile a 61,4 dollari al barile nonostante l’Agenzia internazionale dell’energia abbia ridotto la view sul consumo di petrolio nell’anno corrente di 200 mila barili al giorno mentre sul valutario l’eurodollaro quota 1,21289 (+0,09%).

Borsa Milano Oggi, aggiornamento ore 17:40: due velocità per Ftse Mib e spread

In chiusura il Ftse Mib si è fermato a 23.307,24 punti, +0,18%, mentre lo spread Btp-Bund segna un calo del 3,6% a 91 punti base.

A spingere al ribasso il differenziale Italia-Germania è stato il nuovo minimo storico registrato dal rendimento del nostro decennale allo 0,48%. Minimo anche per i rendimenti registrati nell’asta di titoli a 3 e 7 anni: nel primo caso il dato è sceso di 11 centesimi al -0,33%, nel secondo la contrazione è stata di 13 centesimi allo 0,18%. Collocati anche Btp a 20 anni all’1,14%.

A Milano una delle performance migliori del paniere principale è stata registrata da Mediobanca (+1,39%) dopo i conti diffusi ieri mentre le azioni UniCredit hanno perso il 3,16%.

Il 2020 dell’istituto di Piazza Gae Aulenti si è chiuso con una perdita contabile da 2,8 miliardi di euro dopo rettifiche su crediti da 5 miliardi. Negli ultimi tre mesi il rosso si è attestato a 1,2 miliardi, contro i 690 milioni previsti dal mercato. Domani Jean Pierre Mustier lascerà la banca, che sarà guidata dal DG ad interim Ranieri de Marchi fino all’arrivo, il 15 aprile, di Andrea Orcel.

Aggiornamento ore 13: Ftse Mib sopra la parità, asta Btp in focus

Alle 13 il Ftse Mib sale dello 0,23%, il Dax registra un +0,56% ed il Cac40 quota in parità (+0,06%).

Stabile a 94 punti lo spread Btp-Bund dopo l’asta di Btp di questa mattina.

Il Tesoro ha assegnato 3 miliardi di triennali con un rendimento in calo di 11 centesimi al nuovo minimo storico del -0,33%. Il titolo a 7 anni ha invece registrato un dato in contrazione di 13 centesimi allo 0,18% (anche in questo caso si tratta di un nuovo minimo) mentre nel caso del ventennale il dato si è attestato all’1,14%.

Tra i bancari a Milano due velocità per Mediobanca (+1,36%) e per le azioni UniCredit (-2,65%).

Il 2020 dell’istituto di Piazza Gae Aulenti si è chiuso con una perdita contabile da 2,8 miliardi di euro dopo rettifiche su crediti da 5 miliardi. Negli ultimi tre mesi il rosso si è attestato a 1,2 miliardi, contro i 690 milioni previsti dal mercato.

Future Wall Street: prevista apertura sopra la parità

A metà seduta europea, il derivato sul Dow Jones registra un +0,23%, quello sullo S&P500 avanza dello 0,30% e il future sul Nasdaq sale dello 0,46%.

Aggiornamento ore 9:25: Ftse Mib poco mosso, azioni UniCredit in rosso

A Piazza Affari il paniere delle blue chip, il Ftse Mib nei primi scambi si attesta a 23.285,50 punti, +0,15% rispetto al dato precedente. Poco mosso, a 95 punti base, anche lo spread Btp-Bund.

Dopo i 7 miliardi di Bot di ieri, il Ministero dell’economia questa mattina collocherà Btp fino a 9 miliardi di euro. In particolare, saranno messi sul mercato titoli a 3, 7 e 20 anni.

Avvio di poco positivo per il Dax (+0,13%) e per il Ftse100 (+0,25%) mentre il Cac40 quota in perfetta parità.

A Milano una delle performance migliori del paniere principale è registrata da Mediobanca (+1,75%) dopo i conti diffusi ieri. I conti spingono anche Banca Generali (+1,4%) mentre le azioni UniCredit perdono il 2,27%.

Il 2020 dell’istituto di Piazza Gae Aulenti si è chiuso con una perdita contabile da 2,8 miliardi di euro dopo rettifiche su crediti da 5 miliardi. Negli ultimi tre mesi il rosso si è attestato a 1,2 miliardi, contro i 690 milioni previsti dal mercato.

Domani Jean Pierre Mustier lascerà la banca, che sarà guidata dal DG ad interim Ranieri de Marchi fino all’arrivo, il 15 aprile, di Andrea Orcel.

Borse Asia: borse Cina e Giappone chiuse per festività

L’indice di Hong Kong, l’Hang Seng, segna un +0,15% mentre l’indice australiano S&P/ASX 200 ha chiuso con un -0,1%.

La borsa cinese è chiusa per il «Lunar New Year» mentre il listino giapponese ha osservato una pausa per il «National Foundation Day».

Wall Street: seduta all’insegna della prudenza

La seduta di Wall Street si è chiusa con il Dow Jones in rialzo dello 0,2%, con lo S&P500 che ha segnato un -0,03% e con il Nasdaq che ha fatto segnare un -0,25%.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories