Bonus affitto partite IVA, novità in arrivo nel decreto Sostegno?

Anna Maria D’Andrea

11 Marzo 2021 - 16:17

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Bonus affitto partite IVA, novità in arrivo nel decreto Sostegno? Se al momento il credito d’imposta non rientra tra le misure contenute nella bozza, l’ipotesi di nuove restrizioni e chiusure rende necessario intervenire. Il credito d’imposta è stato esteso al 2021 sono per le attività del turismo.

Bonus affitto partite IVA, novità in arrivo nel decreto Sostegno?

Bonus affitto partite IVA: nuove chiusure e restrizioni spianano la strada all’ipotesi di novità nel decreto Sostegno.

Il credito d’imposta sugli affitti è stata una delle misure “vincenti” dello scorso anno, ma la Legge di Bilancio 2021 ha previsto la proroga fino ad aprile esclusivamente per le attività facenti parte del comparto turismo.

L’aumento dei contagi, l’avvicinarsi delle festività pasquali e la necessità di mettere in sicurezza il Paese per avviare a pieno regime la campagna vaccinale, sono alcune delle motivazioni alla base della necessità di nuove restrizioni.

Mentre si attende il nuovo monitoraggio settimanale dell’ISS, per capire quali regioni passeranno in zona arancione e rossa, il Governo ragiona sull’ipotesi di una zona rossa generalizzata per il fine settimana e su nuove restrizioni anche nelle zone gialle. In parallelo, si rende necessario definire in tempi brevi il nuovo pacchetto di aiuti per le partite IVA costrette nuovamente alla serrata.

Al decreto Sostegno spetta il compito di dare una prima boccata d’ossigeno alle imprese in difficoltà, a partire anche dai costi fissi, come per l’appunto gli affitti.

Bonus affitto partite IVA, novità in arrivo nel decreto Sostegno?

Il testo definitivo del decreto Sostegno slitta ancora, e difficilmente verrà approvato prima della metà della prossima settimana. I nodi da sciogliere sono ancora tanti, e forse il Governo prende tempo anche per collegare parte dei nuovi aiuti alle chiusure che dovrebbero essere stabilite in Consiglio dei Ministri del 12 marzo 2021.

All’attesa relativa al nuovo contributo a fondo perduto, già contestato per le controverse regole di calcolo, si aggiunge ora quella relativa ai nuovi aiuti di ristoro, dalla proroga delle scadenze fiscali di marzo 2021 fino al ritorno del bonus affitto per i titolari di partita IVA.

Si tratta del credito d’imposta del 60%, introdotto dal decreto Rilancio per coprire, seppure in parte, il costo delle locazioni commerciali.

L’agevolazione è stata prorogata fino al mese di aprile 2021 dalla Legge di Bilancio, ma esclusivamente in favore del comparto turismo, uno dei settori più colpiti dalle restrizioni e dal divieto di spostamento tra regioni.

Lo scenario che si profila all’orizzonte, oggi, non è certo migliore di quello degli scorsi mesi, ed è per questo che si susseguono le richieste di nuove misure di sostegno in favore dei titolari di partita IVA, che accompagnino le nuove e preannunciate chiusure.

La situazione economica si fa via via più pesante, anche considerando che chiusure e ristori nell’ultimo periodo non seguono più strade parallele, come avvenuto negli ultimi mesi del 2020.

Bonus affitto partite IVA, proroga scadenze fiscali e non solo: i fondi del decreto Sostegno potrebbero non bastare

Per avere un quadro chiaro delle novità a supporto delle imprese in arrivo è necessario attendere l’approvazione del decreto Sostegno, che poggia sui 32 miliardi di ulteriore scostamento di bilancio richiesti dal Governo Conte.

Le risorse, seppur imponenti, potrebbero però non bastare. Secondo quanto pubblicato dal Sole24Ore, la dote necessaria è salita ad oltre 40 miliardi, considerando le diverse proposte presentate dai partiti di maggioranza.

Si parla quindi dell’ipotesi di un nuovo scostamento di bilancio che tuttavia, considerando i tempi stretti, difficilmente sarà approvato prima del varo del decreto Sostegno. È evidente che il peggioramento della situazione sanitaria, e le conseguenti ripercussioni economiche, richiedono l’introduzione di aiuti che superino la logica perequativa, ma che siano in grado di affrontare le emergenze.

Dal bonus sugli affitti fino alla proroga delle scadenze fiscali per le partite IVA, il Governo Draghi dovrà fare i conti con la necessità di nuove misure di ristoro, ed il decreto Sostegno potrebbe non essere abbastanza.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories
SONDAGGIO