Compagnie assicurative a prova di Covid: come investire su Assicurazioni Generali

“Stiamo mantenendo gli impegni assunti”. È quanto ha detto il Ceo di Assicurazioni Generali, Philippe Donnet, nel corso dell’Investor Day in cui la compagnia assicurativa ha confermato i target a dispetto dell’emergenza sanitaria. Come investire sulle azioni Generali.

I dati intraday e in tempo reale del Grafico BGN sono tratti dalle quotazioni di prodotti OTC.

“A due anni dal lancio del piano -ha detto il Group CEO di Assicurazioni Generali, Philippe Donnet- stiamo mantenendo gli impegni con tutti gli stakeholder, grazie anche alla valorizzazione delle nostre persone, a un brand sempre più forte e al crescente impegno sulla sostenibilità”.

La compagnia triestina ha ribadito tutti gli obiettivi di piano, ha aggiornato quello sul debito, perché già raggiunto, e quello sui risparmi di costo, perché più rotondo rispetto alle attese.

Assicurazioni Generali: target confermati nonostante il Covid

Nonostante la più grave crisi globale del dopoguerra, Assicurazioni Generali ha confermato i target fissati due anni fa:

  • aumento degli utili per azione: 6%-8% il range del tasso annuo composto di crescita dell’utile per azione 2018-21;
  • dividendi in crescita: 4,5 – 5 miliardi di dividendi cumulativi 2019-2021; 55%-65% il range del dividend pay out 2019-2021;
  • rendimento più elevato per gli azionisti: il ROE del 2019 e quello atteso del 2021 maggiore 11,5%, mentre quello del 2020 è impattato dal covid-19 e da oneri non ricorrenti

La riduzione del debito finanziario si attesta a 1,9 miliardi, collocandosi al livello più alto della forchetta del target di Generali 2021, con un anno di anticipo rispetto al piano, mentre l’obiettivo di riduzione della spesa lorda per interessi è stato superato con un anno di anticipo, con una riduzione attesa degli oneri per interessi, rispetto al 2017, pari a 200 milioni di euro nel 2021.

“Le strategie di Capital Management e Cash Management sono state attuate con successo”, si legge nella nota.

L’obiettivo di un flusso di cassa netto per la holding, pari a 7 miliardi di euro, è stato raggiunto in anticipo rispetto a quanto da Generali 2021 e l’aumento significativo delle rimesse alla Holding provenienti dalle business unit è in linea con il piano (target: oltre 9,5 miliardi), così come il raggiungimento di una forte e sostenibile generazione normalizzata di capitale (target a oltre 10,5 miliardi).

Cosa ci dice il grafico

Interrotta la traiettoria ribassista iniziata a metà luglio, le azioni della compagnia triestina sono state in grado di superare i livelli resistenziali fissati a 13 e 14 euro.

Ora, passata anche la media mobile a 200 periodi, per i corsi della compagnia assicurativa il prossimo target è rappresentato dai 15 euro, dove passa la trendline disegnata unendo i lows del 25 settembre e del primo ottobre.


Assicurazioni Generali, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

Al ribasso, un freno potrebbe arrivare dalla già citata soglia dei 14 euro prima e dalla MM200 poi (attualmente a 13,269 euro).

Come investire sulle azioni Generali

Per ottenere un’esposizione alle azioni Leonardo è possibile optare per un Bonus Cap con ISIN NLBNPIT102W3 recentemente emesso da Bnp Paribas.

Si tratta di un prodotto che consente all’investitore di guadagnare anche in caso di ribasso del valore delle azioni Generali fino all’80% del valore iniziale. Con il valore iniziale fissato a 11,875 euro, il c.d. livello barriera è pari a 9,5 euro.

Alle 11:20 del 18 novembre le azioni Generali passano di mano a 14,28 euro, oltre 50 punti percentuali in più rispetto al livello barriera.

La barriera è continua, che vuol dire che si tratta di un livello che va monitorato durante tutto il corso della vita del prodotto: se il valore del sottostante risulterà sempre superiore al livello barriera, a scadenza, fissata per il 18 giugno 2021, l’investitore riceverà il valore nominale dell’investimento più un premio di 11 punti percentuali.

Se invece, nel corso della vita del Certificate, le azioni Leonardo scenderanno ad un livello pari o inferiore al livello barriera , due sono i possibili scenari che si prospettano all’investitore:
se il sottostante quota ad un livello pari o superiore al livello iniziale, l’investitore riceverà il valore nominale maggiorato di un importo legato alla performance del sottostante (con un massimo pari al Cap, pari a 13,18125 euro);
se invece le azioni Leonardo quoteranno ad un valore inferiore al valore iniziale, l’investitore riceverà un importo commisurato alla performance del sottostante (con perdita, parziale o totale, del capitale investito).

Iscriviti alla newsletter

Money Stories